menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabilità e riscatto sociale: 8 milioni in progetti con i finanziamenti Pro.Vi

Attivo a Bitonto lo sportello per attivare i 'Progetti di vita indipendente' finanziati dalla Regione Puglia. La cittadina barese riferimento per l'area Bat e Bari Nord

Un progetto di vita per le persone disabili per dar loro una chance in più e l'autodeterminazione a compiere scelte proprie e autonome: la Regione Puglia propone e promuove il Pro.V.I.. ovvero un Progetto di Vita Indipendente che nascono come ramo d'azione all'interno di Qualify-Care Puglia, un piano sovvenzionato dal Ministero del Lavoro e le Politiche Sociali e dalla Regione. Maxi il finanziamento riservatovi dalla giunta Vendola: 8milioni di euro per il primo biennio. 

Al centro di tutto c'è il soggetto con disabilità motorie, al quale poter garantire supporti tali da permettergli di essere indipendente nella sua quotidianità, di autodeterminarsi e di poter vivere come chiunque avendo la capacità di prendere decisioni riguardanti la propria vita. Per rendere attuabile ciascun Pro.V.I. la Regione riconosce un massimo di 15mila euro per anno per ciascun destinatario, equivalente a un massimo di 1.250,00 euro di quota mensile. I destinatari sono i soggetti tra 16 e 64 anni con disabilità motorie.

Coloro che intendono chiedere un Pro.V.I. possono rivolgersi al centro accreditato - Sportello Pro.V.I. di Bitonto, attivo nel Centro per le autonomie e le tecnologie di ausilio per le disabilità  - C.A.T.A. - La struttura è il punto di riferimento per la macro-area della BAT e Bari nord (ovvero per i comuni di  Andria, Trani, Bisceglie, Barletta, Margherita di Savoia, Trinitapoli, San Ferdinando, Canosa, Minervino, Spinazzola, Corato, Ruvo, Terlizzi, Giovinazzo, Molfetta, Bitonto, Palo del Colle, Grumo appula, Cassano, Binetto, Toritto, Sannicandro, Acquaviva, Bitetto, Modugno, Bitritto). 

L'istanza dovrà essere presentata esclusivamente online, sul portale di Puglia Sociale, a partire dalle ore 12 del 2 settembre 2013. Il finanziamento è rilasciato "a sportello", ovvero secondo ordine di presentazione delle richieste e fino ad esaurimento di fondi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento