Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti Sud-Est barese, arriva l'ok da Trani: "La discarica è disponibile"

Via libera al provvedimento della Regione che ha disposto il trasferimento dei rifiuti a Trani per 10 giorno dopo il sequestro dell'impianto di Conversano. I conferimenti riprenderanno domani mattina

Il Comune di Trani è disponibile ad accogliere, per dieci giorni, i rifiuti normalmente destinati alla discarica di Conversano (Bari) attualmente ferma a causa di un provvedimento della magistratura. Lo hanno riferito in una conferenza stampa nel pomeriggio il sindaco della città, Luigi Riserbato, l'assessore all'ambiente, Giuseppe De Simone, e il presidente della provincia di Barletta - Andria - Trani, presente all'incontro con i giornalisti, Francesco Ventola.

Gli amministratori tranesi, pur sottolineando che "la città farà la sua parte", hanno ribadito le criticità di questa soluzione, dovute al fatto che, da domani la discarica dell'Amiu ogni giorno movimenterà 1.060 tonnellate di rifiuti, resterà aperta cinque ore in più e sulle provinciali Andria - Corato e Andria - Trani, strade di accesso alla discarica, transiteranno almeno 120 grossi mezzi, creando seri problemi di viabilità.

La discarica tranese, oltre ai rifiuti del suo bacino, ospita anche quelli di Giovinazzo e lo farà fino al 31 dicembre prossimo. Il presidente Ventola ha chiesto, oltre alla certezza della durata del conferimento dei rifiuti da parte dei comuni che utilizzavano la discarica di Conversano, anche che sia corrisposto il "giusto ristoro economico". "Mi aspetto anche maggiore garbo istituzionale nei rapporti e nelle comunicazioni - ha concluso il presidente della Bat - visto che si dice che come Provincia siamo inutili e quando poi si tratta di chiedere aiuto siamo pronti".

"Questo pomeriggio il gestore dell'impianto di trattamento dei rifiuti urbani di Conversano ha comunicato di aver dato esecuzione all'ordinanza regionale che prevede il trasferimento del sottovaglio biostabilizzato presso la discarica di Trani tenuto conto del provvedimento del provvedimento di sequestro della discarica di servizio annesso all'impianto". Così l'assessore regionale all'Ambiente Lorenzo Nicastro ha annunciato che dalle 6 di domani "i Comuni dell'ex Ato Ba5 potranno riprendere i conferimenti presso l'impianto per un quantitativo di 500t/giorno. L'accumulo di queste ore sarà quindi smaltito nel giro di un paio di giorni".

(ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti Sud-Est barese, arriva l'ok da Trani: "La discarica è disponibile"

BariToday è in caricamento