menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica Martucci, venerdì si insedierà il tavolo tecnico regionale

Lo comunica l'assessore pugliese all'Ambiente, Lorenzo Nicastro. Sarà composto da sindaci, rappresentanti regionali, tecnici e dei comitati locali: in 6 mesi analizzerà lo stato dell'area

Il 22 novembre verrà insediato il Comitato di confronto voluto dal Consiglio regionale, per discutere della discarica di Contrada Martucci a Conversano, area sotto indagine della Magistratura poichè vi sarebbe la presenza di materiale tossico e nocivo per la salute. Il tavolo, voluto dal Consiglio regionale, sarà composto dai sindaci di Polignano, Mola e Conversano, da rappresentanti della Regione, di Provincia, Oga, Arpa, Asl e di alcuni comitati locali.

A dare la notizia è stato proprio l'assessore regionale all'Ambiente, Lorenzo Nicastro: "Con spirito costruttivo - ha affermato - i presenti hanno inteso invitare i soggetti individuati dall'Ordine del Giorno del Consiglio Regionale demandando ai sindaci di comunicare con le associazioni ambientaliste del territorio affinché individuino il proprio rappresentante all'interno del comitato". Il tavolo, avrà ora 6 mesi di tempo per “assumere ogni utile iniziativa finalizzata a coordinare tutte le attività ricognitive che consentano una più dettagliata conoscenza dei dati ambientali relativi a suolo, sottosuolo e falda dell’area vasta, che permettano l’individuazione dei responsabili dell’inquinamento e quindi l’avvio di interventi per la bonifica e la riqualificazione dell’area”. 

I rappresentanti del comitato 'Chiudiamo la discarica Martucci', già organizzatori di manifestazioni di protesta, anche davanti al Consiglio regionale, in via Capruzzi a Bari, commentano così l'insediamento, denunciando anche, a quanto pare, un "tentativo", andato a vuoto, di tagliarli fuori dal tavolo di confronto: "L’istituzione di questa commissione tecnica - spiegano - non è un’elargizione della politica regionale, provinciale e comunale, bensì è un primo, anche se insufficiente, risultato ottenuto grazie alla forte e continua mobilitazione condotta dal Comitato cittadino e dagli altri comitati ambientalisti, con le donne e i giovani di Mola in prima linea a costituire il motore primo delle iniziative pubbliche". Per il collettivo, "i rappresentanti dei Comitati di Mola, Conversano e Polignano, che parteciperanno a tali attività, saranno vigili e attenti nell’impedire che il disastro ambientale in corso venga insabbiato dalla politica e dalla burocrazia regionale".
 

Potrebbe interessarti:https://www.baritoday.it/cronaca/regione-piano-rifiuti-tavolo-tecnico-discarica-conversano.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Potrebbe interessarti:https://www.baritoday.it/cronaca/regione-piano-rifiuti-tavolo-tecnico-discarica-conversano.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento