Discarica abusiva nel Molfettese: spuntano decine di lavatrici, frigoriferi e persino una pompa di benzina

La scoperta della Guardia di Finanza nell'area di Molfetta: il responsabile è stato denunciato per attività di gestione di rifiuti non autorizzata

Lavatrici, elettrodomestici e persino una colonna per distributore carburante - naturalmente fuori uso - abbandonate nell'area di Molfetta. A scoprire la discarica abusiva sono stati i militari della Guardia Costiera del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione marittima di Bari, durante un'attività di monitoraggio in zona San Giacomo.

20191011_095845-2

I rifiuti ferrosi erano stati accatastati alla rinfusa in un'area scoperta recintata, occupando circa 330 metri cubi di spazio. L'obiettivo era rivendere il materiale recuperabile, ma il responsabile non aveva l'autorizzazione prevista dal Testo unico ambientale. È stato quindi denunciato per 'attività di gestione di rifiuti non autorizzata', avendo raccolto, trasportato e recuperato rifiuti speciali non pericolosi, realizzando così una discarica abusiva.

20191011_102250-2

L'area su cui erano stati depositati i rifiuti è stata invece sottoposta a sequestro preventivo, per una superfice totale di 1800 metri quadrati, così da "evitare che la libera disponibilità delle aree potesse protrarsi e aggravare le conseguenze del reato" spiega la Guardia Costiera. Il responsabile della discarica abusiva dovrà adesso provvedere alla bonifica dell’area e dei rifiuti accumulati, il cui recupero o smaltimento dovrà avvenire in base alle norme vigenti, e quindi tracciato con la documentazione probatoria prevista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli di polizia marittima a tutela dell’ambiente da parte della Guardia Costiera proseguiranno anche nei prossimi giorni, lungo i litorali e sulla fascia costiera, per evitare così che i rifiuti abbandonati a terra, potenzialmente, nel tempo, possono finire in mare con gravi ripercussioni per l’intero ecosistema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

  • L'estate non decolla su Bari e provincia: in arrivo forti raffiche di vento, nuova allerta meteo

Torna su
BariToday è in caricamento