Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Discarica nel Parco dell'Alta Murgia, chiesto processo per quattro persone

Le indagini coinvolgono quattro persone tra titolari, amministratori e collaboratori di una ditta barese di smaltimento dei rifiuti, accusate di aver smaltito abusivamente, tra il 1999 e il 2004, circa 180mila tonnellate di rifiuti nell'area protetta del parco

E' fissata per il prossimo 22 giugno l'udienza preliminare davanti al gup del tribunale di Bari Vito Fanizzi per le persone coinvolte nell'inchiesta sullo smaltimento abusivo di rifiuti nel parco dell'Alta Murgia. Le  indagini hanno portato alla richiesta di rinvio a giudizio per quattro persone tra responsabili e collaboratori della società barese Tersan Puglia, con l'accusa di aver smaltito abusivamente, nel periodo tra il 1999 e il 2004, circa 180mila tonnellate di rifiuti nell'area protetta del Parco dell'Alta Murgia.

Secondo l'accusa nella sede dell'azienda, specializzata nel trattamento, riciclo e stoccaggio provvisorio di rifiuti speciali non pericolosi, venivano trattati, senza che l'azienda avesse la necessaria autorizzazione, fanghi industriali poi illegalmente smaltiti in contrada 'Finocchio' a Gravina in Puglia e in contrada 'Cervoni' ad Altamura, sulla Murgia barese.


In seguito alla scoperta dell'attività illecita, nel corso dei sopralluoghi svolti nelle zone interessate furono rilevati nel terreno livelli allarmanti di cromo e di altri metalli pesanti, oltre ad una grande quantità di rifiuti in plastica e altri materiali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica nel Parco dell'Alta Murgia, chiesto processo per quattro persone

BariToday è in caricamento