Santa Rita e Loseto, blitz notturno di Decaro tra le discariche di rifiuti edili nelle campagne

Il primo cittadino ha visitato lui stesso l'area con il presidente di Municipio Acquaviva. E annuncia: "E' colpa degli imprenditori, chiederò di avviare un'indagine"

Un sabato sera 'alternativo' quello vissuto ieri dal sindaco di Bari, Antonio Decaro. Insieme al presidente del quarto Municipio, Nicola Acquaviva, ha effettuato un 'tour' nelle aree di campagna tra Santa Rita e Loseto, mostrando in diretta le tante discariche di rifiuti presenti nel verde. Tra queste, ne spuntano diverse composte da materiale di risulta edile, soprattutto cartongesso che, come ricorda il primo cittadino "sono pronte a essere bruciate".

Ingrombranti e rifiuti speciali in campagna

Sono comuni, infatti, i roghi di rifiuti in zona: "Solo ieri a Loseto ce ne hanno segnalati due" dice a favor di camera il primo cittadino, che poi punta il dito contro le imprese edili che vengono a scaricare qui i rifiuti che non vogliono smaltire. E che il Comune non può neanche far rimuovere. "Tocca al proprietario del terreno farlo - ricorda - con costi che possono raggiungere anche i 10mila euro. E magari non sa neanche che si tratta di rifiuti speciali. Noi possiamo solo fare un'ordinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Aprirò un'indagine"

Un sistema collaudato, come conferma anche Decaro: "Non si tratta di un cittadino che abbandona un sacchetto per strada, ma di un sistema ben collaudato. Si tratta di proprietari di aziende edili che non vogliono portare il materiale in discarica per risparmiare sui costi". E annuncia che chiederà alle Forze dell'ordine di indagare sul fenomeno, mentre come deterrente temporaneo userà le fototrappole, che già hanno incastrato anche imprenditori 'sporcaccioni' in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento