Coronavirus, arriva lo stop per discoteche e sale da ballo: chiuse fino al 7 settembre

La decisione del governo al termine del vertice con le Regioni. Preoccupa la risalita dei contagi. Previsto anche l'obbligo di mascherine, anche all'aperto, dalle 18 alle 6 su tutto il territorio nazionale

Discoteche e sale da ballo chiuse su tutto il territorio nazionale, da domani, 17 agosto, almeno fino al 7 settembre. E' arrivata nel pomeriggio, al termine del vertice convocato in videoconferenza con le Regioni, la decisione del governo. Alla base dell'ordinanza firmata dal ministro della Sanità, Roberto Speranza, i dati nuovamente in crescita dei contagi da Covid-19. 

"I numeri del contagio in Italia, anche se tra i più bassi in Europa, sono in crescita - afferma su Fb il ministro Speranza annunciando l'ordinanza - Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza".

Nelle nuove disposizioni anche una stretta sull'utilizzo della mascherine: diventa obbligatorio "dalle ore 18 alle 6 sull'intero territorio nazionale usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/occasionale". Nel testo dell'ordinanza firmata da Speranza viene inoltre specificato che "non sono ammesse deroghe con ordinanze regionali".

Boccia: "Ristoro per le attività che subiranno perdite"

"L'Italia resta uno dei Paesi più sicuri al mondo per la sicurezza sanitaria; - commenta su Fb il ministro per gli Affari Regionali Boccia - questa condizione non è casuale ma figlia dei sacrifici che abbiamo fatto e che vanno difesi. Ora è il momento di andare avanti, limitando al massimo le attività che presuppongono contatti fisici e assembramenti incontrollabili. Utilizziamo il passaggio parlamentare del Dl agosto per ristorare le attività che subiranno perdite".

Emiliano: "In Puglia nessun contagio legato a discoteche, chiesto sostegno per il settore"

Il presidente della Regione, Michele Emiliano, commenta così su Fb il provvedimento:  "Il Governo d’intesa con le Regioni Italiane ha deciso di chiudere tutte le discoteche e i locali da ballo italiani e di vietare tutti gli assembramenti nelle strade, nelle piazze e nelle spiagge libere imponendo l’obbligo di mascherina anche nelle strade pubbliche negli orari di maggior afflusso. Nonostante l’assenza di contagi e cluster derivanti da discoteche pugliesi, la Regione Puglia aveva adottato nei giorni scorsi analogo provvedimento di obbligo di mascherina in discoteca e nei luoghi all’aperto dove si creano assembramenti e movida. La Regione Puglia ha richiesto oggi che al nuovo provvedimento di lockdown del settore - che è bene che voi sappiate provocherà danni economici rilevantissimi - segua da parte del Governo immediatamente un provvedimento a sostegno delle imprese, dei lavoratori e degli artisti del settore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento