Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Disorganizzazione e computer obsoleti, vigili del fuoco in protesta

Con un documento inviato al Prefetto e al ministero dell'interno, i vigili del fuoco di Bari proclamano lo stato di agitazione. Alla base della protesta la richiesta di una migliore organizzazione gestionale del comando

Disorganizzazione nella gestione della sede e nella distribuzione del personale,  mancata istituzione dell'Ufficio relazioni pubbliche, server e macchinari obsoleti nell'ufficio informatico: sono queste le motivazioni alla base dello stato di agitazione proclamato oggi dai vigili del fuoco di Bari. Le ragioni della protesta, alla quale aderiscono vigili del fuoco iscritti alle segreterie di Cgil, Conapo, Cisal e Ugl di Bari, sono spiegate in un documento inviato, tra gli altri, ai ministri dell'Interno e della Funzione pubblica, e al Prefetto di Bari.

Sindacati e personale contestano in particolare la soppressione dell'ufficio sanitario e la situazione che di conseguenza si è determinata. In particolare, nella riorganizzazione dei vari uffici non si sarebbe operata una equa distribuzione del personale in base alla professionalità acquisita e non sarebbe stata prevista la rotazione dei responsabili. Prevista e mai realizzata anche la bonifica dell'Ufficio informatico, dotato di  server ormai rumorosi che rendono il lavoro delle tre unità impiegate stressante.

Da qui la proclamazione dello stato di agitazione, che proseguirà anche a gennaio. Per metà mese previsto anche un sit-in pacifico di protesta davanti alla sede della Prefettura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disorganizzazione e computer obsoleti, vigili del fuoco in protesta

BariToday è in caricamento