menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un locale per l'assistenza ai senzatetto: ditta barese finanzierà i lavori

La De Carne Onofrio Rappresentanze si farà carico delle spese di ristrutturazione di un locale in via Tanzi in cambio di una sponsorizzazione: l'immobile verrà poi affidato ad un'organizzazione di volontariato che si occupi dei senza fissa dimora

Prosegue il rapporto di collaborazione tra amministrazione comunale e privati per la realizzazione di opere pubbliche: la giunta comunale, infatti, ha approvato questa mattina la proposta di sponsorizzazione presentata dalla ditta “De Carne Onofrio Rappresentanze” per la realizzazione dei lavori di manutenzione di un locale di proprietà comunale in via Tanzi all’interno del quale sarà attivato un servizio per la fornitura di beni di prima necessità in favore di persone senza fissa dimora.

L’azienda delegherà l’esecuzione degli interventi ad un'altra società facendosi carico delle spese, che da accordi non supereranno l’importo di 40mila euro. Tutto ciò in cambio di un ritorno di immagine così come previsto dall’articolo 10 del Regolamento comunale sulle sponsorizzazioni, così come stabilito per i lavori di riqualificazione di piazzetta Cavour.

Al termine delle operazioni di ristrutturazione, la gestione del servizio sarà affidata ad un'organizzazione di volontariato individuata dalla ripartizione Patrimonio. La ripartizione IVOP si occuperà di impartire le prescrizioni opportune in merito alla progettazione e alla direzione dei lavori e all’esecuzione del contratto, nonché di provvedere al collaudo finale dell’opera.

Attraverso il sostegno dei privati il Comune di Bari potrà così potenziare le attività e offrire sostegno ai cittadini più fragili e alla rete delle realtà, laiche e cattoliche che svolgono attività di volontariato nei pressi della stazione individuando un luogo dignitoso, più sicuro, più protetto, ove conservare materiale, creare spazi di ascolto, distribuire materiale, con acqua corrente e un bagno per i volontari.

“Negli scorsi mesi abbiamo realizzato diversi sopralluoghi, anche grazie alla rete di Grandi Stazioni, con i tecnici della ripartizione Lavori pubblici e con le imprese private interessate a sostenerci - dichiara l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - ma gli spazi disponibili richiedevano importanti lavori di ristrutturazione e messa a norma e, soprattutto, erano lontani dalla stazione, luogo di riferimento per le persone senza fissa dimora. Questo servizio rientra in un programma cittadino più ampio di contrasto alle povertà che stiamo pianificando attraverso l’attivazione di numerose azioni sperimentali, dalla creazione della rete di accoglienza diffusa notturna all’attivazione di sportelli di prossimità, empori sociali per la famiglia e la terza età, unità di strada per la prevenzione, spazi salute per anziani soli e potenziamento dell’assistenza domiciliare per i minori e gli anziani non autosufficienti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento