menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botti di Capodanno, veglioni vietati e spostamenti: è di nuovo zona rossa, controlli a tappeto a Bari e in provincia

Un'attività disposta dal questore Giuseppe Bisogno per far rispettare i divieti imposti dalla pandemia, in una giornata che segna il ritorno della zona rossa, attiva fino a domenica, con spostamenti autorizzati solo per raggiungere un'abitazione o per far rientro a casa, portando con sè l'autocertificazione

Monitoraggio su strada e anche sui social media per intercettare veglioni di Capodanno clandestini, spostamenti vietati ed esplosioni di botti: è una fine 2020 di controlli per la Polizia a Bari, in provincia e nella Bat.

Un'attività disposta dal questore Giuseppe Bisogno per far rispettare i divieti imposti dalla pandemia, in una giornata che segna il ritorno della zona rossa, attiva fino a domenica, con spostamenti autorizzati solo per raggiungere un'abitazione o per far rientro a casa, portando con sè l'autocertificazione: “Dalle prime ore del pomeriggio - spiega il questore all'Ansa - iniziamo a rivolgere attenzione a eventuali veglioni clandestini e feste vietate, con la collaborazione della Polizia postale che farà il monitoraggio dei social”. Sui fuochi d’artificio, vietati anche sulla base delle ordinanze anti-botti emanate da molti sindaci, “sono in campo gli artificieri, specialisti della conoscenza dei giochi pirotecnici e dei fuochi proibiti. Con le volanti e i commissariati, dalle prime ore del pomeriggio partirà il monitoraggio del territorio, perché temiamo spostamenti da depositi e garage”.

Il rispetto delle norme di zona rossa sarà verificato da tutte le forze dell'ordine con centinaia di operatori di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Locale ed Esercito impegnati per le strade. Le disposizioni prevedono, spiega ancora il questore Bisogno, "un’attività di persuasione e dissuasione, da compagni di strada dei cittadinI e anche se non mancano gli irresponsabili, generalmente i cittadini rispettano le norme, consapevoli che ne va della salute di tutti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento