Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Vietato gettare i rifiuti di domenica, Grandaliano: "Provvedimento che aiuterà la differenziata"

Il presidente di Amiu Puglia commenta l'ordinanza che vieta il conferimento dei rifiuti indifferenziati durante i giorni festivi, emanata dal sindaco dopo la chiusura della discarica di Trani: "Se si effettua una corretta raccolta differenziata, i disagi saranno ridotti al minimo"

Da domenica prossima, per due mesi, sarà vietato gettare nei cassonetti i rifiuti indifferenziati durante i giorni festivi. Lo ha stabilito un'ordinanza emanata dal sindaco Decaro per far fronte alla situazione di emergenza sporta dopo la chiusura della discarica di Trani. Per i prossimi 60 giorni, infatti, il Comune di Bari, come stabilito dalla Regione, dovrà smaltire l'indifferenziato negli impianti di Taranto e Brindisi, che però sono chiusi di domenica e nei giorni festivi".

Un provvedimento che sarà accompagnato anche da multe per i trasgressori, e che sta già provocando non pochi malumori tra i baresi, poco entusiasti dell'idea di "doversi tenere l'immondizia in casa".

Ma per il presidente dell'Amiu Puglia, Gianfranco Grandaliano, l'ordinanza potrà produrre anche dei vantaggi. "E' un provvedimento positivo che, sebbene dettato da una situazione di emergenza, permetterà di incrementare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata a Bari, migliorando un trend già di per sé in ascesa e consentendo, nel tempo, di svincolarsi dal sistema-discarica”, commenta Grandaliano.

"Certo, occorre la collaborazione di tutti i cittadini baresi – sottolinea il presidente di Amiu Puglia - Comprendiamo che non è facile cambiare abitudini radicate, ma se si effettua una corretta raccolta differenziata, l’indifferenziato da conservare in casa nella giornata di domenica è davvero ridotto al minimo, così come gli eventuali disagi. Del resto, in altre parti d’Italia la domenica esente dal conferimento dell’indifferenziato è ormai una consuetudine, che ha fatto da volano ai livelli di raccolta differenziata".

"Differenziare conviene – ha sottolineato ancora – sia da un punto di vista del rispetto dell’ambiente che da quello economico. Nelle scorse settimane, inoltre, a Bari sono stati istallati circa 5000 cassonetti per l’organico, dotati di chiavi, che vanno a completare e potenziare le isole ecologiche presenti sul territorio cittadino, senza dimenticare i cinque centri di conferimento di cui è dotata Bari. Le prerogative per rendere efficace la misura adottata dal sindaco ci sono tutte, siamo sicuri che la risposta dei cittadini sarà positiva e che, già a fine 2014, i risultati sulla percentuale di differenziata saranno decisamente migliori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vietato gettare i rifiuti di domenica, Grandaliano: "Provvedimento che aiuterà la differenziata"

BariToday è in caricamento