Cronaca

Stop ai rifiuti, campagna capillare del Comune. Decaro: "Vigili per le strade"

In vista della seconda domenica del divieto di gettare la spazzatura, sindaco e Amiu corrono ai ripari dopo il primo flop: oltre ventimila manifesti affissi nei quartieri e pattuglie di polizia municipale pronte a multare i trasgressori

Dopo il flop di 6 giorni fa, il Comune lancia una capillare campagna informativa sul divieto di conferire rifiuti nella giornata di domenica e fino alle 18,30 di lunedì. Circa 20mila locandine saranno affisse nei quartieri cittadini, all'esterno dei portoni dei condomini da Murat a Poggiofranco a Japigia. Volontari e consiglieri di Municipio hanno visitato i mercati rionali al San Paolo e Carbonara, distribuendo anche i vademecum dell'Amiu sulla raccolta differenziata.

Le squadre della Municipalizzata, addette al servizio di raccolta, affiggeranno su 3000 mila dei 5mila cassonetti dell'indifferenziato, gli adesivi che riportano il divieto di gettare la spazzatura di domenica e nei giorni festivi: “La città di Bari deve allinearsi ai sistemi e alle frequenze di raccolta delle altre grandi città italiane - ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro -. Non conferire l’indifferenziato deve essere l’occasione per differenziare al meglio tutti i rifiuti domestici, aumentando la percentuale di differenziata che oggi si attesta intorno al 30%.

"Tra l’altro il divieto domenicale - se rispettato - consentirebbe un’economia in termini di personale pari a 600 mila euro l’anno e un risparmio derivante da mancato conferimento in discarica di circa 1 milione di euro annui. Risorse significative che potrebbero essere destinate alla riduzione della TARI o al miglioramento del servizio cittadino. Domani gli agenti di Polizia Municipale - spiega Decaro - presidieranno il territorio per applicare le sanzioni previste a chi dovesse infrangere l’ordinanza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai rifiuti, campagna capillare del Comune. Decaro: "Vigili per le strade"

BariToday è in caricamento