Cronaca

Stop ai rifiuti indifferenziati per due giorni, controlli e multe

Circa una decina i cittadini sanzionati perchè sorpresi a gettare la spazzatura nei cassonetti dell'indifferenziato nonostante il divieto. Libertà, Carbonara e Carrassi tra i quartieri più 'indisciplinati'

Il divieto terminerà alle 18.30 di questo pomeriggio, ma dopo due giorni di stop al conferimento dei rifiuti indifferenziati per Pasqua e Pasquetta è già possibile tracciare un primo bilancio.

In questo lungo weekend festivo gli ispettori ambientali dell'Amiu hanno effettuato controlli in tutti i quartieri della città per verificare il rispetto dell'ordinanza che vieta il conferimento dei rifiuti indifferenziati durante i giorni festivi, emanata a settembre per far fronte all'emergenza delle discariche chiuse.

Una 'novità' alla quale i baresi si stanno adattando con non poca fatica, tanto da costringere il Comune a rafforzare i controlli. Nel fine settimana appena trascorso sono stati circa una decina i cittadini multati per non aver rispettato il divieto. Ad alcune delle 'ispezioni' dei vigili ambientali ha partecipato anche l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli. Complessivamente, se i baresi si stanno ormai adeguando al nuovo regime, organizzandosi per la raccolta indifferenziata, alcuni quartieri restano più 'indisciplinati', come Libertà, Carrassi e Carbonara.

E poi resta il problema di ristoratori e commercianti. Sarebbe proprio questi, secondo quanto emerso in questi mesi dalle verifiche dell'Amiu, i meno inclini ad effettuare la raccolta differenziata. Tanto che, per porre un freno alle violazioni, il Comune sta pensando ad un'ordinanza che preveda la chiusura temporanea dell'attività per chi accumula due sanzioni per errato conferimento dei rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai rifiuti indifferenziati per due giorni, controlli e multe

BariToday è in caricamento