rotate-mobile
Cronaca

"Vuole diventare avvocato": la nuova vita della docente arrestata in Australia per droga

La 41enne Elisa Salatino sta scontando un periodo di detenzione di 10 anni dopo essere stata trovata con cinque chili di cocaina all'aeroporto di Melbourne

Dopo l'arresto in Australia e due anni e mezzo di reclusione, è pronta a iniziare una nuova vita la 41enne Elisa Salatino, la docente dell'istituto Marconi trovata in possesso di cinque chili di cocaina nei bagagli all'aeroporto di Melbourne, in Australia. Un quantitativo del valore di oltre un milione di euro, per cui fu condannata a dieci anni di reclusione, nonostante si fosse sempre dichiarata estranea ai fatti. 

Ora, come svela il fratello di Elisa al quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, Elisa si è rimessa a studiare, iscrivendosi all'Università a un corso di Diritto internazionale e Criminologia, mentre termina di scontare il periodo di reclusione. Elisa sarebbe arrivata prima su 25 persone durante il corso, come ricorda il fratello, e ora è pronta a inseguire la nuova carriera di avvocato. "Grazie alla buona condotta, se tutto va bene, potrà uscire nel 2023, dopo sei anni di detenzione" conferma durante l'intervista il parente dell'ex docente, che ha perso il posto di lavoro dopo l'arresto.

Il suo nome continua però a essere citato nelle aule giudiziarie, questa volta dall'altra parte del banco: nell'ex sezione distaccata del tribunale di Modugno è iniziato il processo nei riguardi del suo ex marito, accusato di maltrattamenti verso la docente. Processo in cui Elisa Salatino si è costituita parte civile: nell'udienza in programma a febbraio prossimo sarà collegata in videoconferenza per fornire la sua testimonianza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vuole diventare avvocato": la nuova vita della docente arrestata in Australia per droga

BariToday è in caricamento