menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto di Bari, sbarcano da traghetto con documenti falsi: in manette due fratelli iraniani

Bloccati dalla Polizia di Frontiera: con loro anche la moglie di uno dei due e i figli della coppia, di 4 e 6 anni, tutti affidati al Comune di Bari. Avrebbero acquistato le carte d'identità fittizie nel corso del lungo viaggio dal paese asiatico

La Polizia di frontiera nel porto di Bari ha arrestato due fratelli iraniani in possesso di documenti d'identità falsi: gli agenti li hanno controllati poco dopo essere sbarcati da un traghetto proveniente dalla Grecia. Con loro viaggiava anche la moglie di uno dei due e i figli della coppia, di 4 e 6 anni: la donna e i piccoli sono stati affidati al Comune di Bari mentre il papà e lo zio sono finiti in carcere: dovranno rispondere di documenti falsi e ricettazione. Nel corso dell'udienza di convalida hanno raccontato il loro viaggio dall'Iran iniziato mesi fa: la destinazione finale sarebbe stata la Germania, dovre avrebbeo raggiunto alcuni parenti. Dopo essere transitati in Turchia e Grecia, avrebbero comprato per 2500 euro carte d'identità italiane false, risultate ribate a Nocera Inferiore e modificate con nomi falsi. Sui documenti vi era il timbro del Comune di Bologna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento