Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Domatore sbranato a Triggiano, Lav: "Inaccettabile non aver liberato le 8 tigri dopo tredici giorni"

La Lega Anti Vivisezione, rinnova la propria disponibilità e di quella dell'associazione olandese Aap, di farsi carico degli 8 esemplari, inizialmente sequestrati dalla Procura nell'ambito dell'inchiesta sul decesso

"E' inaccettabile che le otto tigri di Ettore Weber", il domatore ucciso da uno dei suoi animali lo scorso 4 luglio 2019 a Triggiano , "siano ancora a Fasano nello stesso camion che le ha portate 13 giorni fa": ad affermarlo, in una nota, la Lega Anti Vivisezione, rinnovando la propria disponibilità e di quella dell'associazione olandese Aap, di farsi carico degli 8 esemplari, inizialmente sequestrati dalla Procura nell'ambito dell'inchiesta sul decesso.

"Abbiamo appreso e accertato -prosegue Lav - che, nei giorni passati, è stato disposto il dissequestro delle otto tigri, in quanto il Magistrato ha ritenuto che non fosse più necessario al fine delle indagini. Nonostante il dissequestro, tutti gli animali sono ancora detenuti in un’area dello Zoo Safari Park di Fasano, sempre all’interno del camion che li ha condotti lì, la tragica notte del 4 Luglio. Il camion-gabbia di soli 20 mq con cui solitamente gli animali vengono trasportati da una tappa all’altra del tour del circo. A quanto ci risulta - continua LAV - il mantenimento degli animali è stato ed è ancora a carico dello Zoo, nonostante la disposizione del giudice e quindi l’effettivo ritorno allo stato di proprietà (e responsabilità) della famiglia Weber".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domatore sbranato a Triggiano, Lav: "Inaccettabile non aver liberato le 8 tigri dopo tredici giorni"

BariToday è in caricamento