All'ospedale di Corato una postazione per gli esami Emogas e attrezzature di ventilazione: donazione (doppia) del Gruppo Granoro

Questa mattina sono stati consegnati anche i caschi bi-level, maschere per l'ossigenoterapia e pulsossimetri digitali. Le stesse attrezzature arriveranno nei prosismi giorni all'ospedale di Molfetta

Caschi, maschere per l'ossigenoterapia, pulsossimetri digitali. Generosa donazione di attrezzature da parte dell'azienda Granoro all'ospedale 'Umberto I' di Corato, consegnate questa mattina da Marina Mastromauro, amministratore delegato del gruppo a Rocco Guerra e Paola Preziosa, della direzione medica del presidio. Oltre alle attrezzature (10 caschi Bi-level, 10 maschere per ossigenoterapia CPap, 5 pulsossimetri digitali, tutti supporti per la ventilazione non invasiva), prevista anche una postazione completa per l'esecuzione di esami Emogas Analitici (Ega) secondo gli standard più elevati. Donazione doppia, come assicurano dall'Asl, perché le stesse apparecchiature medicali nei prossimi giorni arriveranno anche all’Ospedale di Molfetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vogliamo ringraziare la famiglia Mastromauro – le parole di Guerra – per questa generosa donazione, che testimonia la vitalità di un legame che affonda le sue radici indietro nel tempo ed è espressione del grande valore riconosciuto alla salute e alle persone. I Mastromauro sono stati sempre al fianco dell’Ospedale, degli operatori sanitari e dell’intera comunità e per questo siamo riconoscenti per ogni contributo offerto alla nostra struttura, che va ben al di là dell’attuale emergenza sanitaria". Le apparecchiature saranno in dotazione all’unità di Cardiologia di Corato e a quella di Molfetta, di cui è responsabile il dottor Claudio Paolillo, ma il loro impiego sarà utilissimo anche per tutti gli altri reparti. "Si rafforza un rapporto lungo e duraturo – conferma Paolillo – che ha permesso, ad esempio, di poter svolgere gratuitamente progetti di prevenzione cardiovascolare nelle scuole di Corato e Ruvo o di fornire arredi e strumentazioni alla nostra Cardiologia. Con l’arrivo del modernissimo emogasanalizzatore sarà possibile misurare e valutare i parametri vitali di pazienti instabili o critici: un passaggio fondamentale per decidere la migliore terapia di ventilazione non invasiva da somministrare. Strumento validissimo in cardiologia e in altri reparti, così come sono preziose le apparecchiature come caschi e maschere che consentono la ventilazione in maniera ottimale, dal punto di vista clinico ma anche per la comodità del paziente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento