Cronaca

Muore e i familiari dicono sì alla donazione degli organi: fegato e reni trapiantati su due pazienti a Bari

L'uomo, un 77enne, è deceduto all'ospedale Bonomo di Andria, dove grazie all'assenso di moglie e figli sono stati espiantati gli organi destinati a trapianti effettuati a Bari

Muore a 77 anni, ma grazie al gesto della moglie e dei suoi tre figli, che hanno detto sì alla donazione degli organi, potrà continuare a vivere in altri pazienti. La storia arriva dall'ospedale Bonomo di Andria, dove si è registrata la seconda donazione di organi dell'anno. Il donatore è un 77enne di Barletta. 

Grazie all'assenso dei familiari, il fegato è stato prelevato dalla equipe di Bari e già trapiantato, i reni sono stati prelevati dalla equipe di Foggia e inviati a Bari per il trapianto e le cornee sono state prelevate dalla equipe del dottor Fabio Massari e inviate alla Banca degli Occhi di Mestre. Le operazioni di donazione sono state coordinate dal dottor Giuseppe Vitobello con la collaborazione della unità operativa di Anestesia e Rianimazione, diretta dal dottor Nicola Di Venosa.

"L'amore per la vita vince - commenta in una nota Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt - e noi stiamo dando prova di grande dedizione al tema e di grande sensibilità". "Il nostro pensiero va come sempre alla famiglia del donatore - aggiunge Delle Donne - per la scelta di vita che è stata capace di sostenere nel momento del dolore più lacerante". "Ringrazio tutti gli operatori sanitari che stanno mostrando grande attenzione per la donazione degli organi - dice il Direttore Generale - nella Regione Puglia dall'inizio dell'anno ad oggi sono state effettuate quattro donazioni e due sono state eseguite ad Andria. Ne siamo orgogliosi perché da sempre sosteniamo con forza e decisione che la donazione è vita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore e i familiari dicono sì alla donazione degli organi: fegato e reni trapiantati su due pazienti a Bari

BariToday è in caricamento