Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Donna in coma dopo il parto, indagati due anestesisti

Sotto accusa due medici della clinica 'La Madonnina' che nell'ottobre 2010 operarono una 29enne barese per complicazioni dopo il parto. Da allora la donna è ricoverata in coma

Lesioni colpose gravissime nei confronti di una 29enne barese, ricoverata in coma dopo il parto avvenuto due anni fa. E' questa la pesante accusa nei confronti di due medici anestesisti della clinica 'La Madonnina', ai quali la Procura ha fatto notificare oggi l'avviso di conclusione delle indagini preliminari.

I fatti risalgono all'ottobre 2010. Il 31 di quel mese, dopo aver partito una bambina, la 29enne iniziò ad avvertire tremore, pallore, sensazioni di freddo e spossatezza causati da una forte emorragia. I medici decisero di sottoporla ad un intervento chirurgico per asportare l'utero. Dopo sette ore, la donna venne trasferita in un'altra clinica, a Villa Bianca, perché al Policlinico e al Di Venere non c'erano posti disponibili. In arresto cardiaco e con due emorragie alle vene succlavia e mammaria, la paziente venne quindi ricoverata in terapia intensiva ormai con gravi danni cerebrali. Il 5 novembre 2010 il trasferimento al Policlinico di Bari e, dal gennaio 2011, in una casa di cura salentina dove si trova attualmente.

Nell'ambito della stessa inchiesta la Procura ha chiesto l'archiviazione per altri tre medici, un ginecologo e due chirurghi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna in coma dopo il parto, indagati due anestesisti

BariToday è in caricamento