Sola ed incinta al nono mese: Polizia Ferroviaria soccorre giovane donna in stazione

La ragazza, di origini albanesi, era giunta in Italia per cercare un lavoro: assistita dagli agenti e dal Pronto Intervento Sociale, ora si trova in una Casa protetta

Incinta di nove mesi, con il timore di dover partorire da un momento all'altro, senza una casa o un riparo per lei e il piccolo: una giovane donna albanese è stata trovata in lacrime nelle vicinanze del piazzale Ovest della Stazione Centrale di Bari da agenti della Polizia Ferroviaria. Subito soccorsa e accompagnata negli uffici della Polizia, dove ha ricevuto alcuni generi di conforto, la giovane è stata assistita dal Pronto intervento Sociale del Comune di Bari. Mamma di due bimbe avute da una relazione con un italiano e in attesa di un terzo figlio, si trovava da poco a Bari per cercare lavoro e aiutare la famiglia in Albania. L'impossibilità di trovare una sistemazione l'aveva messa in particolare difficoltà emotiva. Ora si trova in una Casa protetta nel Barese, da dove, si spera, potrà ricominciare a sperare e progettare un futuro per lei e i suoi bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Coronavirus, a Bari oltre 3mila casi accertati: l'area San Girolamo-Fesca-Stanic-San Paolo è la più colpita

Torna su
BariToday è in caricamento