Cronaca

Donna morta in casa nel centro di Bari, gli investigatori: ferita con siringa mentre si iniettava droga

Sul caso indagano i carabinieri coordinati dal pm Savina Toscani. A chiamare i soccorsi è stato il compagno della 40enne, anche se non è chiaro se fosse nell'abitazione al momento della tragedia

Si sarebbe ferita in modo grave mentre si iniettava in vena una dose di droga: è l'ipotesi più probabile, secondo la Procura, riguardante la morte di una donna di 40 anni, trovata senza vita questa mattina dopo le 11 nella sua abitazione di via Davanzati, nel centro di Bari, non lontano dal palazzo Ateneo. Lo riporta l'agenzia Dire.

Sul caso indagano i carabinieri coordinati dal pm Savina Toscani. A chiamare i soccorsi è stato il compagno della 40enne, anche se non è chiaro se fosse nell'abitazione al momento della tragedia. La donna presentava una singola ferita all'altezza dell'inguine. L'uomo è stato ascoltato in Caserma per ricostruire la dinamica dei fatti. Sul posto è giunto anche il medico legale, Domenico De Donno.

Nell'abitazione, invece, c'era la bambina della 40enne, presa in carico dal papà, ex marito della donna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta in casa nel centro di Bari, gli investigatori: ferita con siringa mentre si iniettava droga

BariToday è in caricamento