Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Furto notturno al supermercato in pieno centro, poche ore dopo il primo colpo tornano nel negozio: beccati e arrestati

I fatti in via Melo: i carabinieri, intervenuti per due volte nella stessa nottata, nel secondo sopralluogo hanno colto in flagranza i due, che avevano appena asportato il denaro dalle casse

 

Tentano il furto nel supermercato in piena notte, ma dopo il primo colpo tornano sul posto dopo poche ore: così i carabinieri li hanno beccati in flagranza e arrestati. E' avvenuto in via Melo a Bari, dove i militari del Nucleo Radiomobile hanno arrestato due cittadini marocchini di 29 e 26 anni, senza fissa dimora, per furto aggravato in concorso e possesso di attrezzi da scasso.

Il primo intervento dei carabinieri è scattato intorno alle 02.30 di notte, quando una pattuglia del Nucleo Radiomobile, unitamente a personale della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo, si reca nell'esercizio commerciale in cui era stata asportata dalle casse una somma di denaro non quantificata. Terminato il sopralluogo, l’esercizio è stato di nuovo regolarmente chiuso.

Successivamente, alle ore 6 circa, a seguito di una segnalazione pervenuta sull’utenza 112, gli stessi militari sono ritornati presso lo stesso esercizio commerciale, sorprendendo all’interno i due marocchini, in possesso della somma di euro 775,80 appena prelevate dalle casse e di vari attrezzi da scasso.

Le immediate indagini, consistite anche nell’acquisizione di filmati video, hanno consentito di ricostruire l’esatta dinamica dell'episodio e riconoscere, quali autori anche del primo furto i due stranieri, i quali, non essendo riusciti a portare a termine l’azione delittuosa nella prima fase, ci hanno riprovato poco dopo. La somma di denaro è stata restituita all’avente diritto, gli attrezzi da scasso sottoposti a sequestro.

Gli arrestati, su ordine della competente A.G.,  sono stati tradotti  presso la locale Casa Circondariale e giudicati con rito direttissimo sono stati condannati ad anni 2 e mesi 8 di reclusione con riaccompagnamento in carcere.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento