Cronaca

Si rifornivano di droga dall'Albania per spacciarla in Salento: fermato clan attivo nel Barese

A gestire il traffico di stupefacenti i Dello Russo-Ficco. Diverse le piazze di spaccio nei paesi del Leccese e a Brindisi

Una delle cessioni documentate durante le indagini

Droga che dal territorio barese veniva 'esportata' a sud della Puglia, a partire da Terlizzi, nel Barese, passando per Brindisi e per il Salento (in particolare Tiggiano e Tricase). Un sistema di spaccio ben ramificato, scoperto dai Carabinieri essere gestito da un clan attivo proprio nel comune dell'Area metropolitana: i Dello Russo - Ficco. Sono 41 in totale le ordinanze di custodia cautelare (30 in carcere e 11 ai domiciliari) eseguite in mattinata dai carabinieri di Tricase (Lecce), con il supporto dei reparti territorialmente competenti, del sesto nucleo Elicotteri di Bari, dello squadrone Eliporto cacciatori di Puglia e dal nucleo Cinofili di Modugno.

I nomi degli arrestati nel Barese

L'operazione 'Short message'

La criminalità organizzata, quindi, aveva attivato piazze di spaccio di cocaina, eroina, marijuana e hashish in diverse città nella provincia leccese, rifornendosi della sostanza stupefacente direttamente dall'Albania. È uno dei due filoni dell'operazione 'short messagge' - le cui indagini si sono svolte da ottobre 2015 a dicembre dello scorso anno - che vede indagate complessivamente 55 persone e ha portato al sequestro di circa 4 chili di droga, una pistola Walther Ppk calibro 7,65, le relative munizioni e a 5mila euro di spaccio.

Tra i reati di cui dovranno rispondere gli indagati, ci sono associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacente, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, estorsione e detenzione e porto illegale di armi.

Maggiori informazioni nell'articolo di LeccePrima

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifornivano di droga dall'Albania per spacciarla in Salento: fermato clan attivo nel Barese

BariToday è in caricamento