Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Regione, accordo sull'ecotassa. Vendola: "Eviteremo le penalizzazioni per i Comuni inadempienti"

Dopo le proteste dell'Anci, che aveva chiesto il rinvio dell'entrata in vigore della tassa, pronto un emendamento che darà la possibilità ai Comuni di mettersi gradualmente in regola evitando multe e penalizzazioni

Nessuna marcia indietro sulla data di entrata in vigore dell'ecotassa, ma un emendamento che permetterà ai Comuni inadempienti di mettersi in regola e "raggiungere obiettivi per i quali eviteranno penalizzazioni e multe". Dopo le proteste sollevate da alcuni Comuni, il rinvio chiesto dall'Anci, e il conflitto interno alla stessa maggioranza sull'adozione della nuova tassa, un accordo è stato raggiunto.

In pratica, a partire dal 1° gennaio 2014, saranno applicati gli sconti per i Comuni virtuosi nella raccolta differenziata, mentre saranno rinviati gli aumenti per le amministrazioni inadempienti, le quali però dovranno impegnarsi ad incrementare la differenziata del 5% rispetto ai livelli raggiunti nel 2013.

La rimodulazione della tassa sarà discussa oggi nel corso della riunione di maggioranza convocata da Vendola, che intanto rassicura: "Noi non intendiamo danneggiare i cittadini pugliesi ma intendiamo ripensare al meglio una tassa che già c'è". L'emendamento frutto dell'accordo sarà presentato in Consiglio regionale, chiamato da giovedì ad approvare la manovra finanziaria regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, accordo sull'ecotassa. Vendola: "Eviteremo le penalizzazioni per i Comuni inadempienti"

BariToday è in caricamento