menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edicole fuori legge? Ecco la delibera che salva i chioschi

Firmato il provvedimento con cui si propongono modifiche al regolamento sull'occupazione di suolo pubblico. Prevista l'estensione da 15 a 25 mq per le strutture presenti su strada

La battaglia degli edicolanti è stata vinta. Ci sono voluti parecchi mesi, ma alla fine è prevalso il buon senso e così il presidente della commissione Attività economiche, Marco Emiliano,  ha firmato la delibera con cui saranno proposte modifiche al regolamento sull’occupazione del suolo pubblico. A lanciare l’allarme furono proprio i giornalai, i quali scoprirono che nella versione del regolamento licenziata dal consiglio comunale per normare l’occupazione di suolo pubblico dei gazebo della Città Vecchia, erano contenute regole che, in un colpo solo, avrebbero fatto chiudere i battenti ad oltre il 10% delle edicole presenti su Bari.

Il regolamento fu validato nel luglio del 2011.  Nel dettaglio era previsto che ogni edicola non solo non dovesse essere più grande di 15 metri quadrati, ma doveva necessariamente essere collocata all’interno di giardini o aree parcheggio. La proposta dei giornalai presentata al presidente della commissione, Marco Emiliano,  consisteva sia nella cancellazione del vincolo di ubicazione delle edicole nei giardini sia nell’estensione di occupazione da 15 a 25 metri quadri. “Solo su Bari abbiamo oltre 120 edicole su suolo pubblico e 17 superano i 15 metri quadrati”, dichiarò a novembre Vito Michea, rappresentante Cgil degli edicolanti, ai nostri microfoni. Su Bari ci sono cinque edicole che sconfinano anche i 25 metri quadri, ma su questo è assai probabile che si vada nella direzione  di una moratoria ad hoc. Le proposte saranno integrate nel regolamento e poi passeranno dal vaglio del consiglio comunale. La strada sembra essere tracciata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento