Cronaca

Politecnico, fumata nera per il nuovo rettore. Di Sciascio a un passo dall'elezione

Nessuno dei candidati è riuscito ad ottenere la maggioranza assoluta al primo turno. In testa Eugenio Di Sciascio, ordinario di "Sistemi di Elaborazione dell'Informazione". Si torna a votare il 13 settembre

Dopo l'annuncio delle dimissioni fatto a giugno dal rettore Nicola Costantino, che resterà in carica fino al prossimo 1° ottobre, per il Politecnico di Bari è tempo di elezioni.

Ieri pomeriggio nell'aula magna "Attilio Alto" del campus si è svolto il primo turno di votazioni, ma nessuno dei candidati alla poltrona di rettore è riuscito a conquistare la maggioranza assoluta dei voti (50% + 1 delle preferenze), così come previsto dallo statuto d'ateneo.

A raccogliere il maggior numero di consensi è stato il prof. Eugenio Di Sciascio, ordinario di "Sistemi di Elaborazione dell'Informazione", che ha ottenuto 153,30 voti. Il quorum necessario all'elezione è stato pari a 180,18 voti. Al secondo posto il prof. Vito Albino, ordinario di "Ingegneria economico-gestionale", a cui gli sono stati attribuiti 101,52 voti e infine, il prof. Leonardo Damiani, ordinario di "Costruzioni marittime" con 97,90 voti.

Massiccia la partecipazione all'urna elettorale, che ha raggiunto quasi il 91% degli aventi diritto. Hanno votato i docenti, i rappresentanti degli studenti e il personale dirigente-tecnico-amministrativo-bibliotecario (queste ultime due categorie con voto pesato).

Il secondo turno si terrà il prossimo 13 settembre. Anche nella seconda votazione per i candidati sarà necessario ottenere la maggioranza assoluta dei voti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politecnico, fumata nera per il nuovo rettore. Di Sciascio a un passo dall'elezione

BariToday è in caricamento