menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza freddo, il piano del Comune: "Rete attiva anche nei giorni festivi"

Presentato il piano a Palazzo di Città con le associazioni di volontariato e della solidarietà: confermato l'impegno dei centri diurni e notturni. Il 31 dicembre e l'1 gennaio torneranno Cena e Pranzo degli abbracci alla Fiera del Levante

Il Comune di Bari ha predisposto un piano aggiuntivo per fronteggiare l'emergenza freddo: le iniziative sono state presentate, questa mattina, a Palazzo di Città, dall'assessora barese al Welfare, Francesca Bottalico, dal direttore della Caritas Bari-Bitonto, don Vito Piccinonna, dalla direttrice sanitaria della Asl Bari, Silvana Fornelli, dal responsabile del Pis - Pronto Intervento Sociale, Francesco Legrottaglie, dalla coordinatrice del centro diurno di Area 51, Manila Violante, dal volontario dell'associazione Incontra, Fabrizio Stagnani e dai rappresentanti delle realtà coinvolte. A disposizione dei meno fortunati vi saranno i posti letto dei centri sparsi per la città ovvero Caps Andromeda, Croce Rossa Italiana, Chill House, Alloggio sociale 'Sole Luna', Centro accoglienza notturna 'Don Diana' e anche un servizio straordinario di accoglienza nell'area dello Stadio della Vittoria. Sul fronte della distribuzione dei pasti confermata la collaborazione con “Area 51”, in corso Italia 81, gestito cooperativa sociale Caps dove tutti i giorni dal lunedì al venerdì, vengono serviti sia il pranzo - ore 12.30 - sia la cena - ore 19.00 (il sabato si serve solo il pranzo). Ogni turno prevede un accesso per 50 persone. In aggiunta vi saranno somministrazioni di pasti nelle giornate festive a rotazione nelle parrocchie della città con cena di Santo Stefano al Caps, per 100 persone. Il 31 invece torna l'appuntamento con la 'Cena degli Abbracci' per 400 tra senza tetto e indigenti, in programma alla Fiera del Levante. Il 1° gennaio si replica con il 'Pranzo degli abbracci' sempre in Fiera.

"Il lavoro quotidiano realizzato dall'assessorato, dai servizi del welfare cittadini e dalla rete socio-sanitaria in favore dei più fragili - commenta Bottalico - in occasione della realizzazione del piano di emergenza freddo permette di potenziare e coordinare in maniera efficace le azioni di sostegno rivolte ai soggetti in situazione di estrema povertà. Il piano cittadino che presentiamo oggi fornisce una serie di informazioni utili a tutti, cittadini e istituzioni, per poter intervenire in maniera diretta e coordinata nei casi più urgenti. Inoltre, l'ottimo lavoro di rete consentirà anche quest'anno di assicurare un monitoraggio sociale costante e assicurare, anche nei giorni festivi, servizi basilari e la somministrazione dei pasti anche grazie all'importante lavoro svolto dalle associazioni di volontariato laiche, cattoliche e del privato sociale. L'impegno di tutti sarà quello di fornire sostegno ma anche di creare momenti di incontro, festa e solidarietà attraverso l'organizzazione di cene e pranzi, anche nei giorni festivi e grazie alla collaborazione di diverse attive produttive e di ristorazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento