Allarme influenza, istituita la task force della Asl per la gestione dell'emergenza

Questa mattina la prima riunione: confermato lo stop ai ricoveri ordinari, creata una rete per il monitoraggio dei posti letto disponibili per fra fronte ai casi più gravi

Il Pronto soccorso del Policlinico di Bari

Il picco dell'epidemia influenzale è atteso nelle prossime tre settimane, ma da giorni gli ospedali baresi sono in affanno per il sensibile aumento dei ricoveri per malattie respiratorie e, in particolare, per patologie legate a complicanze dell’influenza.

Questa mattina, al Policlinico, si è riunita la 'task force' istituita da azienda ospedaliera e ASL Bari per la gestione dell'emergenza. La commissione, presieduta dai Direttori Sanitari del Policlinico-Giovanni XXIII, dott. Alessio Nitti, e della ASL Bari, dott.ssa Silvana Fornelli, riunisce i Direttori dei Dipartimenti di Emergenza, prof. Tommaso Fiore e dott. Paolo Sardelli, i Direttori delle unità di Pronto Soccorso del Policlinico, dott. Francesco Stea, e del San Paolo, dott. Antonio Martiradonna, e il Direttore del Servizio 118 Bari, dott. Gaetano Di Pietro.

BOOM DI RICHIESTE DI SOCCORSO E RICOVERI - Durante l'incontro - spiega una nota della Asl - sono stati analizzati i flussi delle richieste di soccorso e dei ricoveri nei nosocomi baresi relativi agli ultimi 45 giorni. A balzare agli occhi è soprattutto l'aumento del numero di casi più gravi: per quanto riguarda gli accessi ai Pronto soccorso, è stato registrato un incremento del 24,7 per cento dei “codici gialli”, ma soprattutto un innalzamento del 90 per cento dei “codici rossi”.  La media giornaliera delle richieste di soccorso al 118 Bari è stata di 520, con circa 150 ricoveri. Nello stesso periodo le degenze nelle Unità di Malattie Infettive sono aumentate del 150 per cento.

LE MISURE ADOTTATE - La commissione ha ribadito che "l'emergenza è sotto controllo", ma ha comunque confermato il blocco dei ricoveri ordinari in tutti i presidi ospedalieri di Bari e provincia, fino al superamento della fase più critica. Disposto inoltre il potenziamento dei servizi di Osservazione Breve (OBI), mentre è stato istituito un monitoraggio giornaliero condiviso della disponibilità di posti letto per far fronte alle richieste di ricoveri per i casi più gravi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento