Emergenza neve, Sant'Egidio:coperte e pasti caldi ai clochard in diverse zone della città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

In tanti si sono uniti ieri alla Comunità di Sant'Egidio per preparare e distribuire bevande calde, cibo e coperte a chi vive per strada, in giro per la città. La comunità di Sant'Egidio infatti ha perlustrato ieri pomeriggio diverse zone tra cui la stazione centrale, Piazza Cesare Battisti, Piazza Umberto, Piazza Moro, Villa Roth, Ferrhotel e Croce Rossa per assicurarsi che nessuno fosse sprovvisto di coperte e di pasti caldi. In tanti hanno voluto aiutare: circa 30 persone si sono unite ai volontari di Sant'Egidio, che hanno promosso un giro itinerante straordinario a causa della condizioni atmosferiche particolarmente avverse di questi giorni. Tutti i martedì sera la comunità distribuisce circa 200 pasti presso la stazione centrale, ma considerato l'alto numero di decessi di senzatetto, causati dalle condizioni atmosferiche avverse di questa settimana, si è deciso per un giro straordinario per raggiungere anche i più isolati; giro che potrebbe ripetersi anche nei prossimi giorni. La morte di Wloren, senza fissa dimora trovato senza vita in Piazza Cesare Battisti il 1 gennaio, non ha lasciato indifferenti: la cittadinanza infatti si è mobilitata immediatamente appena saputa la notizia della raccolta di coperte lanciata da Sant'Egidio. Un segno di solidarietà concreto, perché tutti hanno potuto aiutare con una coperta non più utilizzata,con un litro di latte, o con un'ora del proprio tempo. Intanto la Comunità di Sant'Egidio continuerà ad intensificare il numero dei suoi servizi, e a raccogliere materiale necessario per far fronte alle necessità degli amici di strada, anche nei prossimi mesi.

Torna su
BariToday è in caricamento