Cronaca

Freddo in città, scuole riaprono dopo le vacanze: "Metà degli studenti a casa"

Problemi in particolare durante gli ingressi a causa del ghiaccio e delle corse saltate: termosifoni spenti al 'Panetti'. Situazione meno difficile nelle Primarie e Secondarie

Cancelli aperti oltre l'orario abituale d'ingresso, termosifoni più o meno funzionanti nelle principali scuole del capoluogo, difficoltà per gli studenti dalle zone periferiche: il primo giorno di scuola alla ripresa delle lezioni dopo la lunga sosta natalizia, estesa per l'emergenza neve di questi giorni, sta trascorrendo in maniera più o meno tranquilla negli istituti cittadini. Non sono mancati i disagi, in particolare all'arrivo del personale: gli ingressi, soprattutto attorno al Polivalente di Japigia, erano ghiacciati ed è stato necessario togliere la neve posatasi questa notte. Al Liceo Scientifico 'Salvemini'  due ragazzi su tre sono regolarmente entrati: "Prima o poi avremmo dovuto iniziare" spiega la preside Tina Gesmundo.

SCUOLE A BARI: LA DECISIONE DEL SINDACO

PIù in generale la percentuale, tra gli istituti superiori, è di circa il 50-60% di studenti in classe: a risentirne, soprattutto, i ragazzi che abitano nei quartieri più lontani o delle cittadine dell'hinterland come Adelfia,Triggiano, Modugno con corse dei bus saltate. In alcune scuole, però, si segnalano problemi: termosifoni spenti al 'Panetti-Pitagora' e disagi anche al 'De Lilla' (in aula un terzo degli alunni) e al 'Santarella', questi ultimi segnalati sulla pagina Facebook del sindaco Decaro, dove hanno trovato sfogo ragazzi e genitori che non condividevano la scelta di aver consentito le lezioni nella giornata di oggi. L'Unione degli Studenti ha anche lanciato, attraverso Facebook, una protesta creando l'evento 'andare a scuola con la borsa dell'acqua calda' con alcuni studenti che hanno postato foto con il contenitore-scaldino ma anche coperti dai plaid nelle aule fredde. Il primo cittadino, in mattinata, ha visitato alcune scuole della città (lo 'Scacchi' e la 'Carducci') per accertarsi di eventuali criticità e problemi.

Non si segnalano, invece, al momento, particolari disagi, invece, nelle scuole elementari e medie del capoluogo, in particolare nelle zone centrali. Lezioni regolari dal 'Balilla' alla 'Mazzini', dalla 'Re David' alla 'Imbriani' con, in media, più della metà degli studenti nelle classi dove i termosifoni sono stati accesi nei giorni precedenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo in città, scuole riaprono dopo le vacanze: "Metà degli studenti a casa"

BariToday è in caricamento