Proroga palagiustizia via Nazariantz, il Comune risponde al Ministero: "Evitato il blocco delle attività"

Palazzo di Città illustra le ragioni del provvedimento che ha esteso la fruibilità dell'immobile fino a fine dicembre: "Mitigate le condizioni di rischio ma resta l'inagibilità"

Ancora inagibile per rischio crollo, nonostante per il palagiustizia di via Nazariantz vi sia stata "una mitigazione delle condizioni del rischio strutturale": è quanto afferma una nota del Comune di bari al Ministero della Giustizia dopo la richiesta di chiarimenti di quest'ultima istituzione sulla proroga di 4 mesi per lo sgombero dell'immobile concessa nei giorni scorsi. La proroga, spiega il Comune, "amplia i tempi per un uso controllato dell'immobile - su richiesta della Procura e dell'Inail, ente proprietario - al fine di completare i trasferimenti presso altre sedi, contemperando esigenze di sicurezza con quelle di espletamento controllato delle funzioni giudiziarie" poichè a pochi giorni dallo sgombero inizialmente programmato per il 31 agosto, in via Nazariantz c'erano ancora "personale, attrezzature e documentazione" che in parte vi sono ancora. 

Il Comune: "Proroga intervento sussidiario per non fermare la Giustizia"

Secondo il comune, la perizia tecnica che ha "certificato la mitigazione delle condizioni di rischio" grazie all'alleggerimento dei piani superiori dai carichi pesanti, stabilendo comunque ulteriori "stringenti misure di sicurezza", come l'inibizione di un'intera ala dell'edificio. avrebbe agevolato la possibilità di concedere una proroga definita "intervento sussidiario" finalizzato a "non interrompere l'esercizio di attività costituzionalmente garantite", ferme restando le "responsabilità e competenze" esclusive del Ministero in materia di edilizia giudiziaria, che può "minimizzare ulteriormente l'esposizione al rischio contraendo i tempi per le attività di trasferimento di beni e personale presenti in via Nazariantz, allocando le funzioni giudiziarie in altra sede, adeguata allo scopo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento