Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Barese freddato da un killer in Brasile, mistero sul delitto

Enzo Albanese, 42 anni, origini baresi, è stato freddato a colpi di pistola la sera del 2 maggio a Natal. Ma è giallo sull'agguato

42 anni, sposato, una figlia di sei anni. Una vita normale, quella  di Enzo Albanese. La sua famiglia, originaria di Bari, da tempo trasferitasi a Milano, non si dà pace. Enzo è stato ucciso a Natal, in Brasile, la sera del 2 maggio. Freddato con sei colpi di pistola da un killer, volto coperto da un casco, che lo ha ucciso dopo un breve inseguimento.

A raccontare il caso di Enzo Albanese è oggi il quotidiano Il Messaggero.  

Enzo, che in passato era stato anche steward per la compagnia Eurofly, aveva sposato una brasiliana e aveva deciso di trasferirsi in quel Paese. Attualmente, era dirigente della società di rugby «do Alecrim».

Ora si cerca di capire chi potesse avere interesse ad uccidere Enzo. Secondo quanto raccontato dal padre al Messaggero, Enzo qualche anno fa gli aveva raccontato di aver conosciuto due sessantenni romani, disperati dopo esser stati truffati, e di essersi proposto di aiutarli. Enzo aveva così iniziato  seguire gli affari brasiliani - pare legati ad interessi immobiliari - di questi due signori. Con uno di loro, però, dicono gli inquirenti, il rapporto era finito male, con una denuncia presentata da Enzo.

La famiglia del 42enne ora vuole vederci chiaro. Per questo suo padre ha deciso di recarsi in Brasile, alla ricerca della verità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barese freddato da un killer in Brasile, mistero sul delitto

BariToday è in caricamento