Cronaca

E' nullatenente, ma Equitalia le chiede di pagare 156mila euro

Il caso di una 45enne barese: cinque giorni di tempo per versare la somma, per metà dovuta proprio a ritardi nella richiesta di pagamento da parte dello Stato. E per una vicenda che risale a 12 anni fa

Una cartella di pagamento da 156mila euro, con annesso bollettino e l'obbligo di versare la somma entro cinque giorni pena "l'esecuzione forzata". E' quella che una donna barese di 45 anni, nullatenente, si è vista recapitare quest'estate da Equitalia, per una vicenda relativa a più di 12 anni fa. Non solo: ciò che rende la storia, raccontata oggi dall'edizione locale di Repubblica, ancora più singolare, è che metà di quella somma, all'incirca 70mila euro, è dovuta proprio ai ritardi nella richiesta di pagamento da parte dello Stato.

LA STORIA - Mariella, questo il nome della signora, 12 anni fa era stata condannata ad un anno di carcere, perché coinvolta in un maxi processo per associazione a delinquere di stampo mafioso. Nella sua abitazione erano state trovate armi e droga, probabilmente del marito. Scontata la pena e ottenuto il divorzio, Mariella è tornata libera, e ora vive in una casa in affitto alla periferia di Bari. Il suo lavoro di parrucchiera le garantisce un reddito di appena 450 euro al mese. Per questo Mariella riceve anche un sussidio per l'affitto dal Comune di Bari. Ora, a dodici anni dal processo, lo Stato chiede a Mariella il pagamento delle spese processuali, che nel frattempo sono lievitate.

Ma la signora Mariella quella somma non la pagherà mai. Perchè non può e perché, come spiega il suo avvocato, Leandro Antonacci, dopo dieci anni dalla notifica scatta la prescrizione. Ed è infatti difficile spiegare come sia stato possibile che Equitalia abbia inviato la richiesta di pagamento senza prima verificare i termini di prescrizione né la situazione economica della signora. Eppure il caso di Mariella, assicura l'avvocato, in una città come Bari non è l'unico. Ce ne sono centinaia.  E se ai singoli non spetta pagare, perchè l'errore è stato di Equitalia, a pagare - conclude l'avvocato - sono tutti i contribuenti.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' nullatenente, ma Equitalia le chiede di pagare 156mila euro

BariToday è in caricamento