Misero in sicurezza automobilisti durante un assalto a portavalori: quattro operatori di Autostrade premiati come 'Eroi della sicurezza'

Il riconoscimento sarà consegnato durante la tappa del Giro d'Italia di domani a Giovinazzo. Premiati anche due agenti della Polizia stradale in servizio a Bari

Autostrade per l’Italia anche quest’anno premia l’impegno per la sicurezza stradale grazie all’iniziativa Eroi della Sicurezza, nell’ambito della partnership con il Giro d’Italia. Nell’edizione 2020 - che si inaugura in concomitanza con la tappa di domani “Giovinazzo-Vieste” della manifestazione sportiva - ASPI consegnerà un premio a 14 ufficiali della Polizia Stradale, con cui quotidianamente lavora in stretta collaborazione per garantire la sicurezza degli utenti in viaggio sulle autostrade. La Polizia Stradale contestualmente assegnerà un riconoscimento a 10 operatori di Autostrade per l’Italia che hanno dimostrato una forte dedizione al proprio lavoro, mettendo a disposizione competenze e impegno, ben oltre le proprie mansioni. 

Alla partenza della tappa di domani, la Polizia Stradale del comparto di Bari consegna un riconoscimento a Luciano Di Nunno, Carmelo Spicoli, Michele Colella e Alessandro Aruanno della Direzione di Tronco di Bari di Autostrade per l’Italia, per la prontezza dimostrata nella gestione della viabilità il 24 luglio scorso, quando, come riportato anche dalle principali cronache nazionali, un furgone portavalori in transito sull’A14, veniva assalito all’altezza di Cerignola. L’evento è stato di particolare complessità poiché entrambe le carreggiate dell’autostrada erano bloccate. I malfattori oltre che ad assaltare il furgone blindato, avevano dato alle fiamme diversi veicoli e cosparso la sede autostradale con numerosi chiodi a tre punte, al fine di sbarrare la strada e interdire l’arrivo delle forze dell’ordine.

Gli operatori dell’Esercizio erano di rientro da Fano per attività relative alla manutenzione ordinaria. Appresa la notizia, hanno immediatamente dato comunicazione al centro radio informativo della loro imminente vicinanza al luogo dell’evento. Una volta arrivato sul tratto interessato hanno subito chiuso la carreggiata Sud, installando l’uscita obbligatoria alla stazione di Cerignola Est, sbarrando contestualmente lo svincolo di entrata della stessa stazione in direzione Bari. E’ così che hanno evitato che migliaia di automobilisti in quel momento in transito, ignari di quando li attendesse, potessero imbattersi nell’evento.

L’intervento tempestivo degli addetti autostradali si è concluso assicurando la via di fuga a tutti gli utenti rimasti intrappolati. L’intervento si è protratto nelle ore successive per garantire lo sgombero e messa in sicurezza dei tratti interessati, a garanzia di una ripresa del servizio autostradale in tempi celeri.

Autostrade per l’Italia consegna inoltre un riconoscimento al Vice Ispettore Arcangelo Pastore e all’Assistente Francesco Abbadessa, in servizio presso la Sottosezione autostradale di Bari per aver interrotto la corsa di un camion che procedeva senza conducente alla guida.

Il 14 maggio 2019, verso le 14.40, giungeva una segnalazione relativa ad un autoarticolato fermo in panne sulla corsia di sorpasso. Immediatamente gli operatori si sono diretti sul posto dove, sulla corsia di sorpasso della carreggiata opposta, hanno trovato un uomo disteso a terra, ferito e sanguinante, e l’autoarticolato segnalato che procedeva senza conducente lungo la carreggiata, collidendo contro il new-jersey di mezzeria. L’autista, in grave stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti, si era lanciato dal mezzo azionando accidentalmente la prima marcia ridotta. A quel punto Francesco Abbadessa, si è lanciato sul lato sinistro del trattore stradale, riuscendo ad accedere alla cabina del mezzo, disinserendo la marcia ed azionando il freno. Pastore e Abbadessa, con una notevole capacità risolutiva, sono riusciti ad arrestare la pericolosa marcia incontrollata dell’autoarticolato, incuranti del pericolo, dimostrando coraggio e devozione verso un lavoro spesso rischioso ma necessario per la salvaguardia dell’incolumità del cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento