Cronaca

Escherichia coli, continuano i controlli dei Nas. Chiuso un altro caseificio a Mola

Dopo il sequestro di Monopoli, scattano i sigilli a Mola. Altre verifiche tra Turi, Conversano e Noicattaro. Controlli estesi a tutta la regione: in Capitanata maxi sequestro di latte e alimenti

Continuano i controlli dei carabinieri dei Nas per cercare di individuare la causa dell'epidemia di Seu (la sindrome emolitico-uremica, causata dal batterio dell'Escherichia Coli) che nel mese di agosto ha colpito la Puglia, facendo registrare 18 casi che hanno riguardato in prevalenza bambini.

Dopo il sequestro di un caseificio avvenuto la scorsa settimana a Monopoli, i Nas hanno posto i sigilli ad un piccolo caseificio di Mola in cui sarebbe stato isolato il batterio che ha causato l'epidemia. Ulteriori ispezioni sono state poi effettuate nella zona del sud-est barese, e in particolare nei caseifici tra Turi, Conversano e Noicattaro.

I controlli tuttavia sono stati estesi a tutta la regione. In Capinata le squadre dei Nas hanno eseguito un maxi sequestro di alimenti. Tra i prodotti sequestrati, 42.000 litri di latte e oltre 48 tonnellate di pomodori posti all'essiccazione al sole su telai creati con tondini di ferro arrugginiti e reti in materiale plastico non idonei all'uso alimentare, esposti a diretto contatto con l'aria senza alcuna protezione dall'azione infestante di insetti ed animali, dalle intemperie e dalle contaminazioni di agenti atmosferici.  A queste si aggiungono altre 79 tonnellate circa di conserve di pomodoro e vegetali (tra cui peperoni e carciofi) ed alimenti vari confezionati e non (tra cui sacchi di riso e farina, peperoncino, pollo e pesce congelati, acqua e birra) prodotti o detenuti in precarie condizioni igienico - sanitarie ed in depositi non autorizzati.

*Ultimo aggiornamento ore 11.30

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escherichia coli, continuano i controlli dei Nas. Chiuso un altro caseificio a Mola

BariToday è in caricamento