Cronaca

Caso 'escort': indagato il procuratore Laudati

Il procuratore capo di Bari Antonio Laudati è finito sul registro degli indagati della Procura di Lecce. Le accuse sarebbero di abuso d'ufficio e favoreggiamento personale

Continua ad arricchirsi di nuovi elementi l'intreccio che vede Bari capitale del filone 'escort'. La vicenda che ha in Gianpaolo Tarantini e Silvio Berlusconi gli attori principali, vede l'ingresso in scena di una 'new entry': la Procura di Lecce, infatti, ha inserito nel registro degli indagati il procuratore capo di Bari Antonio Laudati. Come si legge sul Messaggero, le accuse per Laudati sarebbero quelle di abuso d'ufficio e favoreggiamento personale: secondo il capo della Procura salentina Cataldo Motta, infatti, Laudati avrebbe cercato di favorire Tarantini e evitato di diffondere le intercettazioni scomode del Premier Berlusconi.  La Procura di Lecce dovrà accertare la veridicità delle dichiarazioni di Tarantini presenti in un'intercettazione nella quale l'imprenditore barese riferirebbe all'ex direttore dell'Avanti Valter Lavitola che il procuratore capo Laudati avrebbe chiesto ai suoi legali di patteggiare la pena per evitare sia una nuova esposizione pubblica al presidente Berlusconi sia un processo pubblico per Tarantini. Laudati sarà ascoltato giovedì dal Consiglio Superiore della Magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso 'escort': indagato il procuratore Laudati

BariToday è in caricamento