Cronaca

Inchiesta escort, cominciato il processo. In aula le prime testimonianze

Prevista per oggi la deposizione di tre delle donne portate, tra il 2008 e il 2009, da Gianpaolo Tarantini nelle residenze private dell'allora premier Silvio Berlusconi. Sette gli imputati, tra cui l'imprenditore barese e suo fratello

Ha avuto inizio questa mattina il processo sul presunto giro di prostituzione organizzato dall'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini nelle residenze private di Silvio Berlusconi.

Sette gli imputati, tra cui Tarantini e suo fratello Claudio, e l'attrice tedesca Sabina Began, la cosiddetta 'ape regina' delle feste organizzate da Silvio Berlusconi. Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata all'induzione, al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione.

In aula è prevista la deposizione dei primi testimoni citati dall'accusa. Sono state citate Vanessa Di Meglio, Sonia Carpentone e Terry De Nicolò, tre delle 26 tra ragazze portate da Gianpaolo Tarantini, tra il 2008 e il 2009, nelle residenze dell'allora premier. Al processo i giudici hanno anche ammesso come parti civili alcune delle ragazze che hanno partecipato alle feste: Grazia Capone, Cinzia Caci, Terry De Nicolò e Patrizia D'Addario, presente questa mattina in tribunale. "Ancora oggi mi sento sola, aggredita e insultata", ha commentato la donna entrando nel palazzo di giustizia. Non è invece presente Gianpaolo Tarantini.
   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta escort, cominciato il processo. In aula le prime testimonianze

BariToday è in caricamento