Cronaca

Parco dell'Alta Murgia, esercitazioni ridotte e rinviate: Veronico soddisfatto

Il presidente dell'Ente commenta la decisione di ieri annunciata dal senatore Latorre: "Raggiunto un obiettivo sul quale pochi avrebbero scommesso"

"Non posso che manifestare la mia soddisfazione per il raggiungimento di un obiettivo sul quale in pochi avrebbero scommesso fino a pochi giorni fa e desidero esprimere piena gratitudine nei confronti di chi si e' adoperato per una 'battaglia' a beneficio del territorio, delle imprese e dei cittadini''. Il presidente del Parco nazionale dell'Alta Murgia, Cesare Veronico, non nasconde la sua gioia dopo la decisione della cancellazione delle esercitazioni militari a fuoco previste nell'area protetta e il probabile slittamento a ottobre o novembre.

''L'annullamento delle esercitazioni a fuoco e la presumibile sospensione delle esercitazioni in programma per il mese di settembre nel Parco nazionale dell'Alta Murgia - afferma Veronico - è un importante passo in avanti e rappresenta il riconoscimento delle nostre finalita: tutelare il territorio in un periodo particolarmente sensibile sia dal punto di vista del rischio incendi che da quello della difesa delle specie presenti. Questo primo risultato concreto ribadisce l'efficacia della nostra azione, attuata sempre nel pieno rispetto dei ruoli istituzionali e col sostegno di cittadini, associazioni e istituzioni locali a partire dalla Comunita' del Parco e rafforza il nostro impegno, a partire dal prossimo incontro con gli altri enti preposti per la definizione del calendario delle prossime attivita".

Esercitazioni militari dunque 'più leggere' e non più a fuoco, secondo il presidente della Commissione Difesa del Senato, Nicola Latorre per "preservare l'area protetta del Parco Nazionale dell'Alta Murgia senza inficiare l'addestramento dei militari italiani impegnati nelle missioni internazionali'', dopo che il senatore, proprio su sollecitazione di Cesare Veronico e della deputata del Pd Liliana Ventricelli, ha incontrato il Comando Militare Esercito 'Puglia' e le Autorità locali, per definire il calendario dei prossimi mesi

''Le esercitazioni a fuoco, infatti - afferma in una nota Latorre - avevano creato disagi all'ecosistema dell'area protetta: sia la fauna e sia la vegetazione avevano risentito degli effetti delle esplosioni di proiettili e del passaggio di mezzi pesanti. Per questo si e' deciso di sostituirle con esercitazioni non a fuoco. Il nuovo calendario sarà comunicato al Comitato Misto Paritetico della Regione Puglia''. Il confronto tra le parti continuerà anche nelle prossime definire per trovare un punto d'intesa tra le esigenze militari della Brigata Pinerolo e la tutela dell'ambiente. Nelle scorse settimane il presidente del Parco, Cesare Veronico, aveva minacciato le dimissioni se non si fosse aperto un confronto costruttivo sulla spinosa questione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco dell'Alta Murgia, esercitazioni ridotte e rinviate: Veronico soddisfatto

BariToday è in caricamento