rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Modugno

Tragedia di Modugno: il sindaco proclama il lutto cittadino

Si attende la messa in sicurezza dell'area: soltanto dopo gli inquirenti potranno tornare all'interno per portare avanti i rilievi. A Modugno proclamato il lutto per la giornata di domani e il giorno in cui verranno celebrati i funerali delle vittime

Dopo le tre esplosioni letali di ieri, costate la vita a sette persone, nella fabbrica di fuochi d'artificio Bruscella regna un'atmosfera surreale, di apparente quiete.

AL LAVORO PER LA MESSA IN SICUREZZA - In giornata l'area dello stabilimento, situata nella campagne tra Modugno e Bitritto, dovrà essere messa in sicurezza: nel sito, piantonato per tutta la notte dai carabinieri, restano ancora dei fuochi inesplosi e saranno perciò necessari ulteriori interventi degli artificieri. Soltanto dopo la messa in sicurezza dell'impianto, la cui struttura e' stata completamente rasa al suolo, gli investigatori potranno tornare all'interno dell'area interessata dall'esplosione per proseguire i rilievi utili a ricostruire la dinamica.

IPOTESI SULLE CAUSE - Per il momento sulle possibile cause della terribile esplosione gli investigatori non si sbilanciano. Questa mattina il vicedirigente del comando provinciale dei vigili del fuoco di Bari, ing. Enrico Curzio, ha effettuato un nuovo sopralluogo nell'area. L'unica cosa che appare per il momento evidente, ha riferito Curzio, è che l'esplosione ha interessato la zona dei laboratori, completamente rasa al suolo. Non è stata invece interessata dal disastro la polveriera, il deposito di polvere da sparo che  fa parte dello stabilimento, che è stata messa in sicurezza.

Modugno, esplode fabbrica fuochi d'artificio

LUTTO CITTADINO - Sul posto sono accorsi il sindaco di Modugno Nicola Magrone e diversi assessori della sua giunta. Proclamato il lutto cittadino per la giornata di domani e per quella in cui si svolgeranno i funerali delle sette vittime (ancora da stabilire la data). Del resto il riconoscimento ufficiale delle vittime è ancora ostacolato dalle condizioni dei corpi ed è probabile che ciò richieda ancora diversi giorni. Il sindaco - è detto nell’ordinanza - ha voluto così interpretare “il sentimento di dolore, sgomento e profonda commozione che ha colpito il sindaco stesso, il Consiglio e la Giunta Comunale, l’intera comunità cittadina” e “manifestare in modo tangibile e solenne il dolore della città per questo tragico evento” e la “profonda e commossa partecipazione dell’intera comunità al dolore dei familiari”.

AIUTI ALLE FAMIGLIE DELLE VITTIME - "L’assessorato comunale ai servizi sociali - si legge inoltre in una nota diffusa dal Comune di Modugno - sin da ieri ha cercato di avviare attività di sostegno alle famiglie delle vittime e dei feriti. Anche tramite l’interessamento del prefetto di Bari, Carmela Pagano, il sindaco Magrone e l’assessore comunale ai servizi sociali, Rosa Scardigno, hanno preso contatti con volontari pugliesi della Società italiana di Psicologia dell’Emergenza (Sipem) per un loro coinvolgimento diretto nel necessario aiuto psicologico ai famigliari delle vittime. L’amministrazione comunale sta ora anche cercando di capire quali e di che entità possano essere eventuali esigenze economiche delle famiglie coinvolte nella strage: a questo riguardo Magrone fa sapere che il Comune si farà carico di coordinare ogni intervento volontario su questa questione e sottolinea che il presidente di Confindustria Puglia, Domenico De Bartolomeo, lo ha già chiamato per manifestargli la disponibilità della sua organizzazione alla erogazione di aiuti". 

LE CONDIZIONI DEI FERITI - Intanto arrivano aggiornamenti su due dei feriti ricoverati al Policlinico di Bari in prognosi riservata: uno è in condizioni stabili ma gravissimo con ustioni sul 100% del corpo, in stato di coma farmacologico nel reparto di rianimazione, mentre l'altro è in condizioni stabili non preoccupanti con ustioni sul 30% del corpo, ricoverato in chirurgia plastica. E' stato invece trasferito dal Centro ustionati del Perrino di Brindisi al reparto di rianimazione dello stesso ospedale Michele Bruscella, titolare dell'azienda: ha riportato ustioni sull'85% del corpo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Modugno: il sindaco proclama il lutto cittadino

BariToday è in caricamento