'Essere comunità', Bari città generosa. Bottalico: "Risposta importante"

Accoglienza, sostegno e sociale: il programma messo a punto dal Comune e da tante altre realtà del territorio fornisce riscontri positivi. L'assessore: "Aiuto per migranti e italiani"

La presentazione del progetto

Una famiglia di Gioia del Colle accoglie in casa un ragazzo del Gambia, i parrocchiani di San Marcello organizzano collette per prendere in fitto alcune abitazioni da destinare ai rifugiati, tante altre azioni sociali, corsi, iniziative e attività per fare rete insieme, italiani e stranieri. Il progetto 'Essere comunità' ideato dal Comune di Bari e messo a punto assieme a tante associazioni e realtà sociali nel territorio, procede in modo soddisfacente, generando un positivo effetto domino che mette in secondo piano pregiudizi e indifferenza. L'ultimo punto messo a segno dal programma è stata l'apertura, ieri, nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù in pieno Murattiano, di un Centro ascolto per consulenza sanitaria dedicato a clochard e migranti, con l'obiettivo di assicurare un orientamento alla salute e controlli anche per i più poveri.

Due stanze, lettini e altre piccole strutture mediche a disposzione di chi ha bisogno di aiuto: "E' una bella esperienza - spiega l'assessore comunale al Welfare, Francesca Bottalico - di educazione alla carità e alla solidarietà. Tutto ciò si incrocia con le altre iniziative in programma, giuà avviate o in procinto di esserlo nei prossimi giorni: corsi d'inglese per migranti e italiani, di arabo, agricoltira, creazione di orti sociali, laboratori interculturali e gruppi di confronto tra donne, ragazzi e stranieri. La città - prosegue Bottalico - sta rispondendo in modo importante, contrastando concretamente il messaggio negativo che viene spesso, purtroppo, veicolato in questo periodo".

Sul fronte dell'accoglienza da parte delle famiglie, il progetto avviato nei mesi scorsi continua a fornire riscontri positivi: "Abbiamo terminato - spiega ancora Bottalico - il percorso di colloqui e nelle prossime settimane valuteremo altri affiancamenti con le 6 famiglie disponibili: Stiamo sviluppando, in parallelo, anche un programma di accoglienza per le famiglie italiane, per un periodo temporaneo, da aggiungere agli altri progetti di affido già attivi da anni con il Comune".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento