Cronaca

Caldo, anziani e senza tetto: il piano Estate del Comune. Bottalico: "Più servizi e sostegno"

Presentato a Palazzo di Città il programma di interventi dell'assessorato cittadino al Welfare in collaborazione con la rete interistituzionale. Raddoppiata la somministrazione dei pasti agli indigenti. Nasce l'Help Center

Raddopio dei pasti da somministrare a lugio ed agosto, apertura straordinaria delle mense nelle giornate di sabato, domenica e festivi, un nuovo servizio di Help Center: sono le novità principali del Piano predisposto per questa estate dal Comune di Bari, con l'obiettivo di garantire tutele e servizi per le persone più povere, sole e fragili. Il programma è stato messo a punto dall'assessorato al Welfare e dalle tante realtà associative e istituzionali che compongono la rete cittadina. Il piano permetterà l'integrazione delle attività già garantite dai servizi socio-sanitari cittadini, razionalizzando gli interventi e fornendo informazioni utili a persone e famiglie in difficoltà: “Quest’anno - ha dichiarato l'assessora comunale al Welfare, Francesca Bottalico - abbiamo elaborato un piano dettagliato, basandoci anche sulle reali esigenze rilevate la scorsa estate, e abbiamo soprattutto predisposto un programma di interventi integrati, in particolare per le persone che hanno bisogno di un sostegno più strutturato, evitando quindi sovrapposizioni e permettendo azioni più diffuse possibili e interdisciplinari.  Ringrazio la rete cittadina del welfare, del socio-sanitario e del volontariato, laico e cattolico, che ormai collabora a stretto contatto con l’assessorato costantemente, durante tutto l’anno".

"Anche per quanto riguarda il piano di somministrazione dei pasti - ha aggiunto l'assessore - quest’anno molto dettagliato, abbiamo raddoppiato la distribuzione rispetto agli altri mesi dell’anno e assicurato l’apertura del centro diurno Area 51 il sabato, la domenica e nei giorni festivi. Inoltre, sono stati introdotti dei nuovi servizi, come l’Help Center in rete con la Regione Puglia, e inaugurate nuove collaborazioni finalizzate a offrire ai cittadini più fragili un sistema di prevenzione e protezione più ampio possibile. Infatti auspichiamo che il piano straordinario contro l’emergenza caldo predisposto per questa estate possa raggiungere  oltre 3.000 persone, tra anziani soli e senza rete familiare alle spalle e senza fissa dimora”. Sul fronte mense, il Comune, in rete con la Caritas, ha predisposto un calendario giornaliero con l'obiettivo di garantire almeno un pasto completo al giorno ottimizzando ogni risorsa ed evitado sprechi: verranno somministrati 475 pasti in più rispetto allo scorso anno e, in particolare, dall'8 al 17 agosto, presso il centro Diurno Area 51, ne verranno consegnati 200 in più ogni giorn. Il 10 agosto, inoltre, l'assessorato al Welfare in rete con la cooperativa Caps, organizzerà la 'Cena sotto le stelle' aperta a tutti i cittadini nella Pineta di San Francesco. 

Di seguito il programma completo degli interventi

Serenitanziani 2016: predisposto per prevenire gli effetti delle ondate di calore sugli anziani e sulle persone particolarmente fragili e per fornire loro un sostegno psico-sociale adeguato. A cura della cooperativa sociale Gea, che gestisce il centro sociale polivalente per anziani, in via Dante 104, gli interventi sono finanziati dal Comune di Bari e saranno assicurati dal 1 luglio al 31 agosto. Per informazioni su tutti i servizi forniti dal programma Serenitanziani contattare il numero 080 5214055.

Telefono amico: una telefonata al numero verde 800 063 538 consentirà agli anziani di ricevere ascolto e supporto nei momenti di bisogno. Attraverso Telefono amico è possibile raccogliere le segnalazioni in merito a situazioni emergenziali e di emarginazione, che vengono poi trasmesse ai servizi territoriali competenti (servizi sociali, Municipi, P.I.S.) in modo da avviare le procedure necessarie al sostegno. Il servizio sarà garantito da operatori sociali dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 20.00. La scorsa estate sono state ricevute 2.918 telefonate da parte di persone over 65.

Il pony della solidarietà: permetterà a quanti non possono uscire di casa e non godono del sostegno della rete familiare di ricevere a domicilio beni di prima necessità, come alimenti e medicinali. Il servizio è erogato dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 12.30, ed è rivolto agli anziani ultra75enni della città di Bari che vivono particolari situazioni socio-economiche e si trovano in precarie condizioni di salute: un operatore munito di tesserino di riconoscimento è incaricato di consegnare agli anziani ciò di cui hanno bisogno. La scorsa estate sono stati consegnati 255 pasti ed effettuate 29 consegne di medicinali.

Sorveglianza attiva: Consiste nel monitoraggio degli anziani ultra75enni soli e non autosufficienti, che vivono in condizioni socio-economiche-ambientali precarie. Usufruiscono di tale servizio coloro che sono segnalati dai servizi sociali territoriali, dai Municipi e dal P.I.S.: a seguito di una visita domiciliare per la verifica della situazione, la persona anziana potrà essere inserita nel programma di “Sorveglianza attiva”. La scorsa estate il servizio ha registrato 1.372 interventi.

Prevenzione degli effetti delle ondate di calore sugli anziani: La cooperativa Gea ha istituito presso il Centro sociale polivalente per anziani, in via Dante 104, un presidio per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sugli anziani in modo da allertare gli utenti che frequentano la struttura e gli anziani inseriti nella banca dati della “Sorveglianza attiva” attraverso delle telefonate mirate. Nell’estate 2015 sono state effettuate 782 telefonate.

Servizio pasti gratuiti: dal 1 al 31 agosto 20 anziani in particolare stato di disagio socio-economico, segnalati dai servizi sociali territoriali, potranno usufruire di un pasto al giorno a domicilio.

Servizio Sportello psicologico per gli over 65: è offerta la possibilità di usufruire delle prestazioni fornite dallo sportello per consulenze psicologiche. Il servizio è attivo, con cadenza quindicinale, i martedì pomeriggio presso il Centro anziani di via Garruba dalle ore 17.30 alle 19.30 e i giovedì mattina presso il Centro polivalente per anziani di via Dante dalle ore 9 alle12. Per informazioni contattare il Centro sociale polivalente per anziani, in via Dante 105, al numero 080 5214055 o ai servizi social dei municipi di competenza. Nell’estate 2015 sono stati coinvolti 100 anziani.

Servizio Spazio Tempo Libero: al fine di soddisfare il bisogno di socializzazione e di animazione degli anziani autosufficienti della città, presso il Centro sociale polivalente per anziani, in via Dante 105, saranno potenziate le attività socio-ricreative - culturali programmate all’esterno in favore degli iscritti.

Help center Bari (Nuovo servizio): è un servizio di prossimità mobile e outreach rivolto a persone in condizione di estremo disagio sociale e senza dimora, svolto dagli operatori su biciclette elettriche sei giorni su sette. Il nuovo servizio, finanziato dalla Regione Puglia, si concentra e svolge la propria attività esterna di monitoraggio, emersione del sommerso, orientamento sul territorio e invio presso i Servizi sociali di competenza, nelle aree di piazza Moro, piazza Umberto e stazione centrale. Help center Bari sarà attivo sei giorni su sette prevalentemente nella fascia oraria che va dalle 19 alle 21.30. Per contatti: helpcenter@coopcaps.it e 3357317475

P.I.S. - Pronto Intervento Sociale: prosegue tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, il lavoro del P.I.S. - Pronto Intervento Sociale che, in un’ottica di prevenzione e pronto intervento, raccoglie e intercetta le situazioni di bisogno più urgenti su tutto il territorio cittadino. Attraverso il numero verde 800 093 470 il P.I.S. è in grado di raggiungere sul posto coloro i quali si trovano in una condizione di emergenza sociale e umanitaria. Il servizio è svolto in rete interistituzionale tra servizio sociale dei Municipi, Polizia Municipale, Polfer, Questura, Prefettura, ASL, Servizi sociali, CAF/CAP e terzo settore, ed è rivolto in particolare ad adulti italiani e migranti in condizione di difficoltà e fragilità, anziani in stato di abbandono, donne vittime di violenza e minori in situazione di immediato intervento sociale. Lo scorso anno, nel periodo estivo, sono state 143 le persone segnalate (senza fissa dimora: 35,68%, migranti 29,73%, minori: 23,78%, anziani: 10,81%) e 55 gli interventi sul posto.

Servizio accoglienza notturna - alloggio sociale: saranno attivi il Centro Notturno ANDROMEDA (CAPS), i moduli abitativi riscaldati (Croce Rossa Italiana), l'alloggio sociale Sole Luna, la Chill-House (alloggio in emergenza sociale), il centro di Accoglienza Notturna Don Vito Diana (Caritas), il Progetto sperimentale: Rete accoglienza diffusa (vaeir sedi tra cui Gravina e Bitonto),  Villa ATA a Palese (su segnalazione Ufficio Servizi sociali - Area Persone immigrate)

Sportello per l’integrazione socio-culturale delle persone migranti: on via Dalmazia 139 è attivo lo sportello che offre accoglienza e orientamento socio-culturale, sanitario e legale alle persone migranti. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.30 e il martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 15 alle 18.

Servizio Urp - Asl Ba: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 14, e il giovedì dalle ore 15.30 alle 18.00 componendo il numero 080 5844091 o 080 5842400 o ancora il numero verde 800 019 467 è possibile ottenere tutte le informazioni inerenti i servizi sanitari per cittadini italiani e stranieri (iscrizioni al Servizio sanitario, S.T.P., Servizi di guardia medica attivi).

Servizio Guardaroba solidale: grazie al progetto “Vestiti di gioia” della onlus Equanima, in coordinamento con il Centro diurno Area 51, tutte le persone in difficoltà possono recarsi presso l’emporio di viale Imperatore Traiano 42 e ottenere, a seguito di un breve colloquio informativo, una Card personale che consente loro di approvvigionarsi gratuitamente dei beni presenti all’interno del banco abbigliamento. Attraverso un accordo con CAPS, inoltre, è possibile rifornirsi di indumenti maschili presso il centro diurno Area 51, in corso Italia 81.

Centro Antiviolenza “La Luna nel pozzo”: nell’ambito delle politiche sociali di contrasto al fenomeno della violenza ai danni delle donne, ma in generale delle persone più fragili del sistema sociale, familiare, economico ed affettivo-relazionale, l’assessorato al Welfare del Comune di Bari sostiene il Centro Antiviolenza, attualmente gestito dalla coop. soc. C.R.I.S.I.. Il centro si trova in piazzetta San Francesco 75. È possibile rivolgersi agli operatori del centro dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 18.30. Il numero verde del centro 800 202 330 è attivo 24 ore su 24. Nel corso dei mesi di luglio e agosto sarà attivo uno sportello informativo itinerante del Centro Antiviolenza presso i 5 Municipi.

Tra le altre associazioni attive ricordiamo Penelope Puglia Onlus (Famiglie e amici persone scomparse),  Associazione Amici del Cuore che organizza incontri rivolti a bambini e anziani sulla prevenzione dei rischi legati alle ondate di calore (nelle giornate del 1 - 8 -15 luglio dalle ore 17 alle ore 19).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo, anziani e senza tetto: il piano Estate del Comune. Bottalico: "Più servizi e sostegno"

BariToday è in caricamento