Estetista uccisa a Mola, un video riapre il processo: "Potrebbe spostare il momento del delitto"

Una nuova prova depositata dalla difesa di Antonio Colamico, ex compagno della vittima, Bruna Bovino, condannato in primo grado a 25 anni per il delitto: le immagini potrebbero spostare di un'ora il momento dell'uccisione

Un video metterebbe in dubbio l'orario in cui, secondo l'accusa, fu uccisa la 29enne italo-brasiliana Bruna Bovino, trovata morta, semicarbonizzata, nel suo centro estetico di Mola il 12 dicembre 2013. 

La nuova prova, depositata nell’udienza dinanzi alla Corte di Assise di Appello di Bari, riapre il processo a carico del presunto assassino, il 36enne Antonio Colamonico, ex compagno della vittima, condannato in primo grado a 25 anni e in carcere dall'aprile 2014, con le accuse di omicidio volontario e incendio doloso.

Nelle immagini, depositate oggi dai difensori di Colamonico, gli avvocati Massimo Roberto Chiusolo e Nicola Quaranta, è ripresa una coppia che prende un caffè alle 18.15, in un bar vicino il centro estetico dove è morta la 29enne. Secondo l'accusa Bruna morì intorno alle 17, circa un'ora prima. L'uomo ripreso nelle immagini, tuttavia, è un commerciante che ha sempre dichiarato di aver visto e salutato Bruna per l'ultima volta proprio dopo quel caffè. Se così fosse, il video scagionerebbe Colamonico in quanto a quell'ora, come confermato dalle celle telefoniche, l'uomo era già a Polignano.

Accogliendo l'istanza dei legali di Colamonico, i giudici hanno quindi disposto una perizia sul video  per verificare il momento in cui i testimoni hanno visto e salutato la vittima, in modo da individuare di conseguenza l'orario del delitto. I giudici hanno inoltre disposto che entrambi i testimoni siano nuovamente sentiti nel processo. Il processo è stato rinviato al 6 giugno per il conferimento dell'incarico al perito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento