menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estorsione, condannato il boss Savinuccio Parisi

Condanna a 4 anni e 8 mesi emessa nel processo di appello bis. Se dovesse diventare definitiva, il boss, tornato in libertà a gennaio dopo l'assoluzione in un altro processo, avrebbe da scontare ancora circa 18 mesi di reclusione

Savinuccio Parisi condannato a 4 anni e otto mesi di reclusione per estorsione. La sentenza nei confronti del boss di Japigia è stata emessa dalla Corte di appello di Bari nel processo di appello bis relativo ad un episodio avvenuto nel  2009.

Nei mesi scorsi la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio la sentenza di condanna a 2 anni e 2 mesi di reclusione perché i giudici avevano ritenuto che non fosse una estorsione ma violenza privata, rendendo così necessario un secondo processo.

Secondo l'accusa, nel marzo 2009 Parisi sarebbe intervenuto per porre fine alle richieste di denaro fatte a due imprenditori da alcuni affiliati al suo clan, mentre lui si trovava in carcere, e le due presunte vittime avrebbero dato in  cambio al boss di Japigia gioielli per 100mila euro.

Savinuccio, tornato in libertà a gennaio scorso dopo un’assoluzione in Appello per un’altra presunta estorsione, attualmente è sottoposto alla misura della sorveglianza speciale ed è indagato a piede per associazione mafiosa e traffico di droga. Se la condanna a 4 anni e 8 mesi dovesse diventare definitiva, dovrebbe scontare ancora circa 18 mesi di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento