Cronaca

Estorcevano denaro agli operai, arrestati due imprenditori

In manette padre e figlio di 73 e 41 anni. Sotto la minaccia del licenziamento, costringevano i dipendenti a versare loro la metà degli stipendi

Lo stipendio indicato in busta paga si aggirava intorno ai 900-1000 euro. Ma nella realtà gli operai non incassavano mai più di 550 euro. Perchè l'altra metà dello stipendio finiva invece nelle tasche dei loro datori di lavoro, due imprenditori di baresi di 73 e 41 anni, padre e figlio, arrestati oggi dai carabinieri con l'accusa di estorsione.

I due uomini, incensurati, con un'attività nel settore dei tendaggi, al momento dell'assunzione avevano costretto quattro operai ad accettare queste condizioni, lasciando intendere che, in caso di rifiuto, sarebbero stati subito licenziati e rimpiazzati. Così erano riusciti ad estorcere il denaro ai dipendenti per circa due anni, fino a quando alcuni di loro hanno trovato il coraggio di denunciare, facendo scattare l'arresto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorcevano denaro agli operai, arrestati due imprenditori

BariToday è in caricamento