menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce violente per costringere la vittima a pagare i debiti di droga: 3 arresti, tra loro un affiliato al clan Parisi

In manette sono finiti un 29enne, un 37enne e un 46enne, quest'ultimo ritenuto contiguo al gruppo malavitoso di Japigia. La vittima avrebbe anche ripagato parte delle somme con vestiti acquistati dal negozio in cui lavora

Avrebbero minacciato il proprio 'cliente', rivolgendoli esplicite e violente richieste di pagamento dei debiti contratti per l'acquisto di cocaina. I Carabinieri hanno così arrestato tre persone, tra cui una ritenuta contigua al clan Parisi, accusate, a vario titolo, di estorsione continuata e cessione di sostanze stupefacenti con l'aggravante del metodo mafioso. In manette sono finiti un 29enne, un 37enne e un 46enne, quest'ultimo ritenuto dagli inquirenti affiliato allo storico gruppo malavitoso del quartiere Japigia. 

>> I NOMI DEGLI ARRESTATI <<

Droga ripagata anche con vestiti firmati

Gli inquirenti hanno ricostruito la vicenda attraverso indagini avviate ad agosto 2018, dopo la denuncia da parte di un giovane assuntore di stupefacenti. La vittima si sarebbe rifornita di cocaina dai tre. L'uomo, lavorando in un negozio d'abbigliamento del centro cittadino, acquistava presso la rivendita numerosi capi a suo nome, approfittando di prezzi scontati rispetto al pubblico. I vestiti venivano poi ceduti in cambio di droga ai fornitori. La vittima, per comprare la droga, era ricorsa anche a un finanziamento di 12mila euro per far fronte ai debiti e alle minacce continue dei tre, bloccati dai Carabinieri a seguito di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Bari su richiesta della Dda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento