Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Tentano di estorcere denaro a società edile: due in manette al quartiere San Paolo

In due arrestati in flagrante dai carabinieri: avevano tentato di farsi consegnare soldi da una ditta impegnata nel rifacimento di una facciata condominiale. Un terzo arresto, per una vicenda simile, a Picone

Avrebbero tentato di estorcere denaro ad un imprenditore edile, impegnato con la sua ditta in alcuni lavori al quartiere San Paolo. In due sono stati arrestati in flagrante dai carabinieri: sono accusati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. In particolare, i due avevano preso di mira una ditta impegnata in lavori di ristrutturazione di una facciata condominiale. I militari, che già stavano monitorando il fenomeno nel quartiere, sono così riusciti ad intercettare e arrestare i due soggetti proprio mentre si erano recati sul cantiere: in manette sono finiti Marco Siciliani, 25 anni, e Luigi Damiani, 30 anni.

VIDEO: LA 'VISITA' AL CANTIERE E L'ARRESTO

L'attenzione delle forze dell'ordine sul San Paolo: i 4 arresti di settembre

Gli arresti rappresentano la prosecuzione di un'attività di indagine che già a settembre scorso aveva portato all'arresto, con la stessa accusa di estorsione di quattro soggetti. Gli accertamenti, svolti dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Bari San Paolo, coordinati dalla Procura Distrettuale Antimafia di Bari, erano stati avviati anche in seguito a segnalazioni anonime relative ad episodi ai danni di commercianti ed imprenditori del quartiere San Paolo e quartieri limitrofi. 

Un arresto per tentata estorsione anche a Picone

Ma l'azione di contrasto al fenomeno delle estorsioni ha riguardato anche altre aree cittadine. Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo di San Paolo, hanno eseguito a Picone un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Bari, nei confronti di un soggetto accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un imprenditore titolare di un cantiere edile. L'arrestato è Donato Maurizio Di Cosmo, 44 anni.

L'appello ai cittadini: "Lavoro incessante, fiducia nelle istituzioni"

"Il lavoro dell’Autorità Giudiziaria e dei militari - sottolineano dal Comando provinciale dei carabinieri, in una nota in cui si dà notizia degli arresti - continuerà incessante, proseguendo nell’opera di dare risposte ferme ed immediate, come è stato fatto nelle circostanze delle operazioni odierne, auspicando di poter contare sempre più nella collaborazione della cittadinanza colpita dal fenomeno. Soltanto la fiducia nelle Istituzioni e la consapevolezza che nessun cittadino può sentirsi escluso dalla responsabilità di scegliere di schierarsi dalla parte della legge, rifiutando di piegarsi alle richieste estorsive e finanziare le casse delle locali organizzazioni, consentirà di eliminare il rischio che quanto patito dalle vittime degli arrestati possa perpetuarsi ai danni di altri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di estorcere denaro a società edile: due in manette al quartiere San Paolo

BariToday è in caricamento