Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Estorsioni a imprenditori e commercianti, nuovo arresto a Monopoli

Rintracciato il 36enne albanese sfuggito all'arresto nell'ambito dell'operazione 'Caffè stop', che sabato scorso ha portato in carcere altre sette persone

E' stato rintracciato e arrestato a Castellana Grotte il 36enne albanese Festim Hajdi, sfuggito sabato scorso al blitz dei carabinieri denominato “Caffè Stop” e destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. Il 36enne è considerato, insieme ad altre sette persone arrestate sabato, il componente di una banda dedita alle estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti a Monopoli e zone limitrofe.

LEGGI ANCHE: ESTORSIONI, SETTE ARRESTI A MONOPOLI

Secondo quanto accertato dalle indagini, gli arrestati chiedevano denaro a commercianti ed imprenditori locali offrendo in cambio "protezione" per le loro attività. I soldi del pizzo - dicevano - "per aiutare i familiari di chi doveva affrontare grossi processi". Le richieste estorsive variavano dai 200 ai 500 euro al mese: se gli esercenti rifiutavano di pagare, scattavano le minacce e gli atti intimidatori. L'operazione dei carabinieri è stata denominata 'Caffe' Stop', in quanto il caffe' era, in gergo il nome che veniva attribuito al 'pizzo'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni a imprenditori e commercianti, nuovo arresto a Monopoli

BariToday è in caricamento