Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

False cessioni societarie per evadere il Fisco, nei guai impresa di Acquaviva

I due amministratori di fatto della società, operante nel settore della "costruzione di opere di ingegneria civile", denunciati dalla Guardia di Finanza

Avrebbero messo in atto una cessione fittizia di capitale sociale e di "ramo d’azienda", e avrebbero simulato il trasferimento della sede sociale all’estero ed altre operazioni illecite, cercando così di far ricadere ogni responsabilità, amministrativa o penale, su dei prestanome, alcuni dei quali di nazionalità straniera.

Scoperti dalla Guardia di Finanza, sono stati denunciati per reati tributari i due amministratori di una ditta di Acquaviva, operante nel settore della "costruzione di opere di ingegneria civile".

Secondo i finanzieri, che hanno recuperato a tassazione una base imponibile di oltre 10 milioni di euro, con IVA evasa per 2 milioni di euro, i due "avevano posto in essere una serie di operazioni fraudolente di natura societaria finalizzate all’occultamento delle scritture contabili e a rendere difficile la ricostruzione del volume di affari". "I predetti responsabili - è detto ancora nella nota della Guardia di Finanza - procedevano, peraltro, alla vendita di beni societari incassandone i relativi proventi, senza farli confluire nelle casse della società e sottraendoli all’imposizione fiscale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False cessioni societarie per evadere il Fisco, nei guai impresa di Acquaviva

BariToday è in caricamento