Ricavi non dichiarati e IVA non versata, sequestrati beni per 1,2 milioni a imprenditore 'evasore totale'

Nel mirino della Guardia di Finanza un 62enne di Noicattaro, titolare di una ditta di autotrasporti: secondo quando accertato dalle Fiamme Gialle, avrebbe occultato i guadagni anche attraverso conti correnti intestati a terzi

Avrebbe omesso di dichiarare ricavi per circa 2 milioni di euro, evadendo il versamento dell'IVA per circa 500mila euro, anche ricorrendo all'utilizzo di conti correnti intestati a soggetti terzi compiancenti.

E' quanto accertato dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari a carico di un imprenditore 62enne di Noicattaro, titolare di una ditta di autotrasporti, per il quale è scattato il sequestro, su disposizione del gip del Tribunale di Bari, di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per oltre 1,2 milioni di euro.

In seguito ad un controllo fiscale eseguito nel 2018 e ai successivi approfondimenti, l'uomo è risultato 'evasore totale', ed è stato di conseguenza indagato per omessa presentazione della dichiarazione e occultamento di documentazione contabile, reati previsti dal D.Lgs. 74/2000. Le indagini dei militari della Fiamme Gialle continuano per individuare eventuali ulteriori evasori “a monte” e “a valle”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento