Evasi oltre 1,5 milioni di euro 'dirottati' in paradisi fiscali: maxisequestro per imprenditore barese

L'uomo è attivo nel settore delle agenzie di viaggio e dei corsi di lingua straniera: la somma sarebbe stata evasa costituendo strutture societarie in Stati esteri

La Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 1,5 milioni di euro a un imprenditore barese, attivo nel settore delle agenzie di viaggio e dei corsi di lingua straniera: la somma sarebbe stata evasa costituendo strutture societarie in paradisi fiscali.

Il decreto di sequestro preventivo è statp emesso dal Gip del Tribunale di Bari su richiesta della Procura della Repubblica. Complessivamente, in base agli accertamenti della GdF, l'imprenditore, negli anni 2013 e 2014, avrebbe detenuto in Stati esteri, a fiscalità privilegiata, senza dichiararli in italia, investimenti e attività finanziarie per oltre 3,5 milioni di euro, a fronte dei quali avrebbe dovuto corrispondere allo Stato un'Irpef di oltre 1,5 milioni. 

L’indagato è risultato essere l’effettivo titolare di alcune società di diritto estero, utilizzate permantenere le disponibilità di risorse finanziarie fuori dal territorio nazionale, in particolare negli Stati Uniti d’America, a San Marino, in Svizzera, in Libano e negli Emirati Arabi Uniti..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Puglia in zona gialla per un soffio, c'è l'ordinanza: riaprono fino alle 18 bar e ristoranti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento